IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Liguria è ripartita di corsa: completato in 21 ore il tragitto da ponente a levante foto

Successo per l'iniziativa dell'Asd RunRivieraRun

Savona. Domenica 24 maggio si è conclusa la staffetta podistica di 273 chilometri da Ventimiglia a La Spezia denominata “La Liguria che riparte. Di corsa“.

L’Asd RunRivieraRun ha lanciato una nuova sfida, un nuovo grande progetto, che nel weekend ha coinvolto sia i runners tesserati della squadra ligure, gli All Blacks RunRivieraRun, sia i runners di tutte le società liguri Fidal con la propria canotta sociale.

Idealmente il testimone degli staffettisti è stato rappresentato dai prodotti della terra ligure, enogastronomici e di artigianato attraverso il coinvolgimento delle associazioni di categoria. Sono state coinvolte molte amministrazioni e quarantacinque imprese dell’artigianato e dell’agricoltura.

L’incontro è stato organizzato al fine di consegnare alla Regione “il paniere di Liguria”, un cesto con i prodotti liguri raccolti durante la staffetta di corsa da Ventimiglia a La Spezia lungo la Via Aurelia, la SS1. Si è trattato di un vero e proprio coast to coast che ha fatto diventare la Via Aurelia mitica, come una sorta di Route 66 ligure.

Ci sono volute appena 21 ore, con una media di 13 km all’ora, per portare a termine un percorso non facile a causa dei tanti sali e scendi, che caratterizzano la Liguria. Gli atleti hanno colto con entusiasmo l’invito a partecipare a questo evento che, di fatto, ha rappresentato quello che, il presidente Fidal Liguria Riccardo Artesi, ha definito la prima manifestazione del genere in Italia, una delle prime a livello internazionale.

“Gli oltre cinquanta comuni toccati -, dice il presidente dell’Asd RunRivieraRun Luciano Costa, ideatore ed organizzatore dell’evento -, hanno applaudito il passaggio della corsa e apprezzato l’idea di rilancio, ripartenza ed unione che il progetto rappresenta. È significativo il messaggio arrivato da parte del sindaco di Beverino, Massimo Rossi: ‘Grazie per l’opportunità, dell’auspicio della ottima manifestazione che avete organizzato. Oggi per la comunità beverinese, anche grazie alla vostra iniziativa, si può considerare il giorno della ripartenza, in quanto dopo il periodo trascorso di emergenza sanitaria, finalmente, non abbiamo più casi presenti nel territorio. Si può dire che ci avete portato fortuna. Non dobbiamo comunque abbassare la guardia ed essere attenti e responsabili nei comportamenti per il futuro. Grazie di cuore per la bella giornata’”.

Si è trattato di un evento sia sportivo sia di sviluppo economico: sportivo affinché il runner riacquisti la sua immagine di “portatore” di positività, di benessere, per un’attività motoria e sportiva che fa bene a noi stessi e agli altri. A tal fine l’Asd RunRivieraRun da anni promuove attività atte alla valorizzazione della sport come stile di vita al fine di migliorare la qualità della vita. Sviluppo economico perché rappresenta la volontà della Liguria di ripartire, di guardare al futuro, di correre insieme alle proprie aziende.

Sono state effettuate le riprese dalla Genova Liguria Film Commission, che ha patrocinato l’evento, e realizzerà uno spot promozionale del progetto e del territorio. Lo spot coglierà tutte le bellezze ed i prodotti della regione. Inoltre realizzerà un docufilm per raccontare questo lungo viaggio ricco di esperienze, incontri e confronti con le quattro province che hanno colto con grande entusiasmo il passaggio di questa corsa, che rappresenta un vero e proprio messaggio di rinascita e rilancio.

Così si può sintetizzare il messaggio della presidente di Genova Liguria Film Commission, Cristina Bolla: “Abbiamo aderito con piacere a questo importante evento dedicato alla ripartenza. Come Genova Liguria Film Commission stiamo lavorando per far ripartire il nostro comparto e riaprire i set il prima possibile. Il messaggio ‘La Liguria che riparte. Di corsa’ è perfettamente il linea con il nostro spirito e la nostra voglia di correre verso il futuro con le imprese dell’audiovisivo”.

Si è partiti da Ventimiglia sabato 23 maggio alle ore 8 per arrivare alle ore 20,40 a Genova al Porto Antico, dove gli staffettisti sono stati accolti dall’assessore regionale allo sport Ilaria Cavo. Domenica 24 maggio si è partiti da Genova, zona Caricamento, alle ore 8,30 per arrivare a La Spezia verso le 17,30 accolti dall’amministrazione comunale nella figura dell’assessore Anna Maria Sorrentino.

Il progetto ha coinvolto quasi tutte le squadre di atletica della Liguria per condividere un messaggio comune. La Liguria che riparte, in tutti i sensi. I podisti coinvolti sono stati circa duecento e sono stati suddivisi tra tutti i 273 chilometri per dare un segno di unità, ma allo stesso tempo di sicurezza sanitaria.

Nella giornata di ieri, lunedì 25 maggio alle ore 11, la delegazione costituita da Riccardo Artesi presidente della Fidal Liguria, Cristina Bolla presidente di Genova Liguria Film Commission, Luca Costi direttore di Confartigianato Liguria, Luciano Costa presidente dell’Asd RunRivieraRun, è stata ricevuta in Regione presso l’auditorium dall’assessore allo sport Ilaria Cavo e dall’assessore regionale allo sviluppo economico Andrea Benveduti.

La valorizzazione del territorio e delle imprese artigiane è stato uno dei motori scatenanti dell’evento, che ha visto coinvolta la Confartigianato Liguria. Le imprese di Confartigianato hanno consegnato, lungo ilo percorso, un prodotto che l’organizzazione ha raccolto per poterlo consegnare in Regione Liguria, come segno di unione e di un comparto che va avanti e non molla. Per l’occasione è stato scelto il salario, come contenitore dei prodotti della Liguria, per rappresentare il nostro mare e la sicurezza sanitaria che ha seguito tutto questo evento. Sono state prese le precauzioni necessarie, con distanziamento sociale, sanificazione ed il salario che ha un manico estendibile per garantire l’igiene durante la consegna del prodotto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.