IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In arrivo nuova convenzione tra Regione e Vigili del Fuoco, aumentano i dubbi sul ‘doppio binario’ con i privati

Pompieri attivi solo 115 giorni l'anno. Giordano (M5S e Usb): 'Confusione sui soccorsi e spreco di denaro pubblico'. Prese di posizione di Melis (M5S) e Vazio (Pd)

Liguria. C’è la proposta del direttore regionale per la Liguria dei Vigili del Fuoco per la nuova convenzione sull’elisoccorso tra pompieri e Regione Liguria. Cercheremo di capire di che si tratta, più difficile comprendere che effetti pratici avrà sul servizio nella commistione tra pubblico e privato. 

Ma la lezione più importante non cambia: i privati sbarcano in Liguria, con tutti i dubbi e i problemi che avevamo illustrato nel servizio pubblicato da Ivg.it il 26 aprile scorso. 

La proposta di nuova convenzione (che deve ancora essere sottoposta all’approvazione dei lavoratori, cioè dei pompieri del Nucleo elicotteri, ammesso e non concesso che un’eventuale bocciatura venga presa in considerazione) sarebbe in vigore dal 1* luglio 2020 al 31 dicembre 2021 e prevede l’utilizzo degli elicotteri dei Vigili del fuoco per 115 giorni all’anno (festivi, prefestivi e in sostanza feste comandate), con la possibilità, che sembra più che altro teorica e ininfluente sul quadro generale del servizio, di dirsi disponibile in altri giorni con 24 ore di anticipo. 

Nel frattempo la compagnia privata Airgreen, che ha vinto l’appalto indetto per conto della Liguria dalla Regione Lombardia, dovrebbe iniziare il servizio dal 1* giugno con base all’aeroporto di Villanova d’Albenga. 

Dando per acquisite le considerazioni e le notizie del nostro già citato servizio del 26 aprile, torniamo agli aspetti più generali, etici e politici, con Stefano Giordano, consigliere comunale a Genova per il Movimento 5 Stelle ed esponente di spicco dell’Usb, l’Unione Sindacale di Base dei pompieri. 

Spiega Giordano: “La nuova convenzione aggiunge confusione e lascia aperti molti interrogativi, a cominciare dal diritto sancito dalla Costituzione che i cittadini devono essere soccorsi sempre nel modo migliore, e non a giorni alterni. Quello della Liguria è diventato ormai un caso nazionale e come tale va trattato a Roma. Io resto ancora fiducioso di poter chiarire con la Magistratura gli aspetti di questa vicenda, perché ho impugnato l’archiviazione del mio esposto in Procura, e sto valutando la possibilità di ricorrere alla Corte dei Conti, visto l’evidente sperpero di denaro pubblico”.

Anche a proposito della nuova convenzione si sono nuovamente espressi e favore dell’elisoccorso pubblico, e quindi affidato ai Vigili del Fuoco, il consigliere regionale dei 5 Stelle Andrea Melis (il quale ha ricordato che la prima ipotesi di rescindere la convenzione tra Regione Liguria e pompieri risale al tempo di Salvini ministro degli Interni) e l’onorevole del Pd Franco Vazio, che rimarca come l’arrivo dei privati porti a costi fino a sette volte superiori.

Conclude Giordano: “Purtroppo va ricordato che proprio il Dipartimento nazionale dei Vigili del Fuoco tiene un atteggiamento contraddittorio, perché da una parte sta acquistando nuovi elicotteri con strutture sanitarie all’avanguardia e dall’altra abbandona il servizio nelle regioni, come la Liguria, dove funziona alla perfezione e con notevoli risparmi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.