IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Leo Club Valbormida ha il nuovo direttivo: Filippo Robaldo ancora presidente

La segretaria Lambertini: “Siamo un gruppo di amici con reale voglia di aiutare il territorio”

Valbormida. Nuovo direttivo per il Leo Club Valbormida che nella serata di giovedì sera ha eletto in via telematica a causa del Covid-19 le cariche per il prossimo anno sociale che partirà dal 1 luglio 2020.

Confermato alla presidenza il ventunenne cairese Filippo Robaldo, i cui vice saranno in ordine Jacopo Garrone e Alessandro Ghiglia, segretaria Veronica Lambertini, tesoriere Samuele Dotta, cerimoniere Alberto Di Prima, addetto ai rapporti Leo-Lions Giulio Russo, addetto stampa e social media Simone Paccini ed infine i consiglieri Filippo Ferraro, Marianna Russo e Samuele Rizzo.

“È stato l’anno più inteso che ho vissuto all’interno del Club, forse perché ci ha toccato di più a livello personale – racconta la nuova segretaria Veronica Lambertini – Ho conosciuto realtà che non credevo necessitassero di così tanto aiuto. Tra queste ricordo Villa Sanguinetti, a cui abbiamo donato alcune sedie per l’ufficio. L’accoglienza che ci hanno riservato i ragazzi, come ci hanno fatto entrare a contatto della loro vita quotidiana è stato personalmente il momento più bello dell’anno”.

“Spero che le persone non ci vedano solo come il gruppo di Cairo Medievale che vende la sangria – continua Lambertini – ma che capiscano che siamo un gruppo di amici che hanno reale voglia di mettersi a disposizione per il territorio. Saremo sempre alla ricerca di associazioni e strutture da aiutare, ma speriamo anche che chi ha bisogno si faccia avanti, siamo un gruppo di supporto che non vede l’ora di dare il proprio contributo e regalare qualche sorriso”.

Numerose sono state le iniziative del Leo Club Valbormida che ha cercato di dare un aiuto a diversi settori, come l’infanzia donando materiale scolastico ai bambini o la disabilità grazie al progetto “Vuoi il mio posto? Prendi la mia disabilità”, che ha previsto l’installazione di alcuni cartelli sulle strade della città di Cairo Montenotte per sensibilizzare i cittadini. Neanche il Covid–19 li ha fermati, grazie alla collaborazione con il Lions Club Valbormida, infatti, sono stati donati 500 camici monouso alla Croce Bianca di Cairo ed è stato dato un contributo economico alla Croce Bianca di Dego.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.