IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Forum Culturale di Borghetto ricorda la figura di Alfredo Viglieri, giovanissimo membro della spedizione Nobile

A soli 26 anni Viglieri prese per 20 giorni il comando della famosa “Tenda Rossa”

Borghetto Santo Spirito. Oggi il Forum Culturale di Borghetto Santo Spirito vuole ricordare la spedizione al Polo Nord del dirigibile “Italia” comandato da Umberto Nobile: proprio in questo giorno, infatti, il velivolo ebbe un incidente causato da un’avaria procurata dalle condizioni meteo avverse. A ausa dell’incidente, il dirigibile si è schiantato sul pack. Sei membri dell’equipaggio risultarono dispersi, mentre altri nove rimasero intrappolati tra i ghiacci per 48 lunghi giorni.

Il Forum avrebbe voluto ricordare la vicenda in modo diverso, ma a causa dell’emergenza Covid19 ieri è stato possibile solo celebrare l’incredibile impresa della spedizione con una videoconferenza sulla propria pagina Facebook: il video è ancora visibile “in differita”.

Perché si è voluto ricordare questa spedizione e perché proprio legato alla cittadina di Borghetto? Perché a quella esplorazione vi prese parte Alfredo Viglieri, un borghettino, il membro più giovane della spedizione. A soli 26 anni Viglieri prese per 20 giorni il comando della famosa “Tenda Rossa”. Sotto il suo comando Nobile fu tratto in salvo: un’impresa fondamentale per l’importanza dei suoi documenti, senza i quali non sarebbe stato possibile salvare tutti i suoi compagni.

Nella conferenza sì è parlato delle grandi competenze di Viglieri, delle sue intuizioni nonché del momento del suo ritorno a casa: “Non tutti sanno che a Borghetto c’è ancora la casa di Viglieri e una via che venne intitolata a lui proprio pochi giorni dopo il suo ritorno”.

Il relatore Claudio Gandolfo, che ha avuto la fortuna di conoscerlo, ha voluto ricordare la sua persona e ha voluto lanciare un appello al quale il Forum Culturale si unisce: quello di valorizzare la via in ricordo di un gran personaggio che con le sue imprese ha portato la piccola cittadina di Borghetto del tempo ad avere un posto in una vicenda di grande rilievo (nonostante la tragedia che aveva colpito la spedizione). “Proprio per questo ci rendiamo disponili per un confronto e dare giusto onore ad un eroe che con la sua tenacia e positività ha sempre tenuto alto il morale dei compagni e ha avuto intuizioni importanti per la salvezza di tutti”.

La vice presidente del Forum, Elena Gandolfo: “L’associazione è attiva sul territorio dal 1996 e ha dato alle stampe un volume dal titolo ‘Quando a Borghetto… storia, memorie, testimonianze e immagini sulla lunga vita della nostra comunità’, a cura di Silvio Torre, Silvestro Pampolini e Gian Giacomo Viara. Nel libro si parla anche di Viglieri e della spedizione al Polo Nord. Ieri abbiamo voluto riprendere questo importante avvenimento. Non lo abbiamo fatto come avremmo voluto, ma ugualmente siamo riusciti ad approfondire e mettere in rilievo una vicenda che non dovrebbe mai essere dimenticata. Ringraziamo di cuore Claudio Gandolfo per questa importante testimonianza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.