IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fondi europei post-Covid, Pastorino (LC): “Giunta Toti potrebbe rinunciare a 80 milioni di euro”

"Cifra non indifferente per la ripartenza in Liguria"

Regione. “L’Europa svincola 80 milioni per la Liguria da utilizzare per la ripartenza post-Covid. Cifra non indifferente, soprattutto pensando a quei settori cui finora sono stati attribuiti pochissimi aiuti. Ma la Regione potrebbe decidere di rinunciare ai fondi perché non condivide il metodo di ripartizione 50-50 stabilito dal Governo nazionale. Questo sarebbe il risultato dell’ambizione autonomista?”.

A dichiararlo il capogruppo di Linea Condivisa Gianni Pastorino, che ieri ha scritto tempestivamente al presidente Toti e all’assessore Benveduti chiedendo spiegazioni in merito “a questa posizione che, seppur non ancora confermata, produrrebbe un evidente danno economico alla Liguria”.

“La storia potrebbe essere questa: la Comunità Europea autorizza per Italia e Spagna l’impiego di fondi europei non utilizzati per iniziative post-Covid. Il Governo centrale propone alla regione una ripartizione a metà delle risorse, che comunque resterebbero vincolate al nostro territorio: 40 milioni sarebbero utilizzati dalla Regione, mentre con i restanti 40 il Governo si riserverebbe di intraprendere in Liguria azioni di sua competenza – spiega Pastorino – Ci giunge la notizia, speriamo non confermata, che la Liguria a differenza di altre regioni sarebbe intenzionata a rinunciare a questi fondi, perché non concorda sul metodo di suddivisione”.

“Se così fosse, riterremmo il fatto particolarmente grave. Per quanto si possa non essere d’accordo con la proposta del Governo, la soluzione vera è avviare una trattativa per definire in maniera condivisa le priorità del territorio su cui investire la quota gestita a livello centrale – conclude Pastorino – Sarebbe assurdo rifiutare uno stanziamento da decine e decine di milioni solo perché qualcuno pretende di fare di testa propria. I soldi per la ripartenza vanno presi; e vanno spesi bene con l’accordo di tutti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.