IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Folla nei locali della movida di Vecchia Darsena, Caprioglio: “No a comportamenti irresponsabili, faremo più controlli” fotogallery

Il sindaco di Bergeggi Roberto Arboscello: "La linea dura applicata a Bergeggi fino ad oggi è necessaria perché contro l'imbecillità va utilizzato il rigore"

Savona. Un invito (ai ragazzi, ma soprattutto ai genitori) ad una maggiore prudenza e la “promessa” di maggiori controlli. Sono questi i punti salienti del post Facebook con qui, questa mattina, il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio ha (anche) commentato le immagini della folla di giovani che ieri sera è tornata a popolare la Vecchia Darsena ed i suoi locali.

“Ieri si è svolto un incontro in Prefettura per affrontare il problema della movida, soprattutto, in Darsena in quanto in questi giorni si è riscontrato che, a fronte di un rigoroso rispetto delle disposizioni da parte degli esercenti, non si è avuto in molti casi un comportamento di corretto distanziamento sociale da parte dei giovani – ricorda Caprioglio – Comprendo la voglia dei ragazzi di tornare alla normalità, di uscire la sera per incontrare gli amici ma ricordo a loro, e soprattutto ai loro genitori, che non possiamo permetterci comportamenti irresponsabili che mettono a rischio l’intera comunità. Sono madre di tre figli adolescenti, quindi so di cosa parlo: se con i ragazzi si dialoga, si spiega la situazione la comprendono e si adattano”.

E proprio per scongiurare il ripetersi di episodi simili, il sindaco annuncia che “i controlli in Darsena proseguiranno ancora con maggiore intensità e, se continueranno a reiterarsi momenti di assembramento, verranno presi gli opportuni provvedimenti. Non mi sembra corretto, tuttavia, per l’atteggiamento irresponsabile di un gruppo di ragazzini danneggiare l’intera comunità dal punto di vista sanitario ma anche economico. Gli esercenti della Darsena, come tutti gli altri, stanno facendo enormi sforzi per tornare al lavoro e un gruppo di ragazzi immaturi e irresponsabili non deve vanificare tali sforzi. Le settimane di quarantena potevano essere impiegate per tornare a dialogare con i propri figli, per tornare a essere genitori attenti al proprio ruolo di educatori. Si tratta sempre e solo di rispetto”.

E un commento su quanto accaduto ieri sera nel cuore della movida savonese arriva anche dal sindaco di Bergeggi Roberto Arboscello, che di fronte alle immagini pubblicate anche da IVG ha provato “dapprima incredulità e poi una grande rabbia”.

Poi il primo cittadino bergeggino sposta l’asse verso il ragionamento politico-amministrativo: “E’ la conferma che la linea dura applicata a Bergeggi fino ad oggi è necessaria perché contro l’imbecillità va utilizzato il rigore. Servono controlli, sanzioni, regole precise e pene certe, non c’è alternativa. Ma io mi chiedo come sia possibile. Ma volete tornare tutti ad altri mesi di lockdown? Ma non è ancora chiaro cosa abbiamo passato dal punto di vista sanitario e soprattutto cosa stiamo attraversando dal punto di vista economico?Continuate così che tra poco sarà la crisi economica più grande di sempre a non farvi uscire più di casa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.