IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Flashmob di discoteche e sale da ballo a Savona, Vaccarezza: “Il settore chiede e merita considerazione”

In programma martedì 26 maggio alle 18 in piazza Sisto IV

Liguria. “In Liguria il turismo rappresenta il 20 per cento del Pil: imperativo quindi sostenere e tutelare un settore così importante legato al sistema turistico della nostra regione”. Lo afferma il capogruppo di Cambiamo in consiglio regionale Angelo Vaccarezza commentando la decisione degli operatori del mondo della musica, dei local, delle discoteche e delle sale da ballo che hanno organizzato, martedì 26 maggio alle 18 in piazza Sisto IV a Savona, un flashmob per attirare l’attenzione delle istituzioni sul futuro del loro settore, che nonostante la partenza della Fase 2 sta facendo ancora i conti con grandi incertezze.

“A seguito dell’emergenza Covid19, il settore sta combattendo ad armi impari con molta paura e nessuna certezza per quello che riguarda il futuro – afferma Vaccarezza – I dati nazionali confermano che il valore dell’intrattenimento nel nostro paese ammonta a 4 miliardi di euro: parlando di numeri, tremila locali con un gettito fiscale di 800 milioni. Parlando di persone: dj, pr, organizzatori, vocalist, promoter e barman, sono 50 mila le persone occupate nel settore: cinquantamila famiglie di cui il governo si è dimenticato, non avendo previsto alcuna forma di ammortizzatore sociale”.

“Considerazione: questo è quello che il compartimento chiede e merita. Non si può semplificare il tema relegandolo ai meri aspetti legati al divertimento: esiste un indotto importante che vuole ripartire e vuole farlo seguendo le regole, non si può pensare, alle porte di una stagione estiva che potrebbe risollevare un intero comparto, di non avere norme certe a cui attenersi”.

“Personalmente sposo con entusiasmo questa iniziativa e sosterrò la manifestazione. Ho peraltro anche chiesto ad Andrea Costa, presidente della commissione regionale per le attività produttive, di organizzare un’audizione specifica dei rappresentanti della categoria, per verificare quali siano gli strumenti a nostra disposizione per dare un contributo concreto a questa causa. Qualunque azione utile ad aiutare gli imprenditori del settore mi vedrà disponibile e operativo al cento per cento. La nostra Luguria merita il meglio, sempre”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.