Inasprimento

Fase 2, a Pietra Ligure estesi l’obbligo delle mascherine nel centro abitato e il divieto di soffermarsi sull’arenile

Intensificate le disposizioni in vigore sino al 17 maggio

pietra ligure centro

Pietra Ligure. Il sindaco Luigi De Vincenzi ha firmato l’ordinanza sindacale n.40 del 4 maggio 2020 contenente le disposizioni, in vigore sino al 17 maggio, indirizzate a intensificare le misure necessarie a garantire un adeguato e rigoroso controllo del diffondersi del virus Covid-19.

“Vedo in giro un po’ troppa gente e troppi senza mascherine – afferma il primo cittadino pietrese a pochi giorni dall’avvio della Fase 2 – Abbiamo deciso di irrigidire le misure per il contrasto e il contenimento del diffondersi del coronavirus, allargando l’obbligo dell’uso della mascherina o di altro dispositivo o indumento di protezione di naso e bocca a tutto il centro abitato di Pietra Ligure, sui mezzi di trasporto pubblici, nei luoghi confinati aperti al pubblico e in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza”.

“Confermati anche il divieto di assembramento sul territorio e il distanziamento sociale di 2 metri per chiunque voglia svolgere attività motoria – continua De Vincenzi – Ottemperando, inoltre, ai provvedimenti adottati dal Governo e dalla Regione Liguria e dando seguito al DPCM del 26 aprile 2020 e all’ordinanza di Regione Liguria del 3 maggio, abbiamo definito le regole indirizzate a consentire la restituzione di alcune libertà individuali, pur nel quadro delle misure che riteniamo necessarie a garantire un adeguato e rigoroso controllo del diffondersi del virus”.

Sarà possibile praticare sport acquatici individuali, ma sarà vietato soffermarsi sull’arenile oltre il tempo tecnico necessario a preparare l’attrezzatura per lo svolgimento dell’attività sportiva – prosegue il sindaco di Pietra Ligure – Permessa la pesca sportiva, a condizione di essere in possesso di copia della comunicazione a norma di legge”.

“Per intenderci, non sarà consentito sedersi a prendere il sole, discutere ed esercitare attività sportiva sulla spiaggia come giocare a calcio e a beach volley o altri sport di gruppo né, durante la stagione balneare, condurre sugli arenili cani o altri animali anche se con museruola e guinzaglio”.

“L’interdizione delle spiagge vale per tutti, ad esclusione dei titolari delle concessioni demaniali marittime e loro incaricati e nel rispetto delle disposizioni di sicurezza anticontagio Sars-Covid 19 – specifica il primo cittadino pietrese – Quindi via libera alle attività sportive individuali terrestri e acquatiche ma non è assolutamente un ‘liberi tutti’ anzi, ora più che mai, ci vuole un rispetto rigoroso delle regole e l’adozione responsabile e consapevole di tutte le prescrizioni necessarie, senza allentare l’attenzione”.

“Insisto particolarmente sulla raccomandazione della mascherina perché, ripeto, vedo in giro un po’ troppa gente e troppi senza mascherine” conclude il sindaco.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.