Richiesta

Emissioni Costa Luminosa, interviene il difensore civico: “Subito il monitoraggio”

Lalla ha scritto una lettera alla direzione dello scalo in cui chiede il monitoraggio delle emissioni prodotte dalla nave

costa luminosa

Savona. Francesco Lalla, difensore civico della Regione, interviene, in qualità di Garante per il diritto alla salute, nei confronti dell’Autorità di sistema portuale del Mar ligure occidentale in merito alla questione Costa Luminosa. La nave, infatti, dal 20 marzo scorso è ormeggiata nel porto savonese e le emissioni provocate dai motori del natante (accesi al minimo) hanno generato la preoccupazione di diversi residenti nei pressi della Darsena e dello stesso primo cittadino Ilaria Caprioglio.

Dopo le ripetute segnalazioni di numerosi cittadini savonesi, che risiedono nei pressi dello porto di Savona, e le richieste di controlli presentate più volte dal sindaco di Savona, Lalla ha scritto una lettera alla direzione dello scalo in cui, a sostegno dei precedenti interventi del primo cittadino chiede il monitoraggio delle emissioni prodotte dalla nave da crociera Luminosa, ormeggiata dal 20 marzo scorso. Gli abitanti dei quartieri limitrofi lamentano, infatti, da settimane un penetrante odore di zolfo e polveri, nemmeno le ripetute richieste di controlli, indirizzate all’Autorità di Sistema dal sindaco di Savona, hanno ottenuto soddisfazione.

“Posto che il Sindaco è responsabile delle condizioni di salute e della salubrità ambientale, e quindi ha diritto di ottenere informazioni sulle emissioni inquinanti generate dalle attività portuali – si legge nella lettera – nel caso specifico, si chiede di conoscere se codesta Autorità ha avviato un piano d’azione per i controlli della qualità dell’aria nel porto di Savona”. Nel documento Lalla ricorda, inoltre, che dal gennaio scorso sono entrati in vigore gli aggiornamenti normativi dell’IMO, l’Organizzazione Marittima Internazionale, che inaspriscono i limiti per le emissioni di zolfo dei trasporti marini e che il monitoraggio continuativo delle emissioni è previsto anche dalla Direttiva UE 802 del 2016/802.

“La invito pertanto – conclude il garante regionale rivolgendosi al direttore dell’Autorità di Sistema portuale – a voler considerare ogni possibile forma di cooperazione territoriale con il Sindaco, la Civica Amministrazione e Arpal, per analizzare le varie componenti nella gestione e mitigazione dei rischi ambientali”.

leggi anche
costa luminosa
Chiarimenti
Emissioni Costa Luminosa, Caprioglio scrive al Mit: “Assicurare la salute dei cittadini”
sbarco costa luminosa
La nave in porto
Noi per Savona e Costa Luminosa
costa luminosa
La richiesta
Costa Luminosa, Noi per Savona: “Venga allontanata dalla città”
costa luminosa
Lettera
Verdi, “Costa Luminosa ‘scrive’ al sindaco di Savona”: la lettera di Danilo Bruno
costa luminosa
In mare...
Costa Luminosa lascia il porto di Savona diretta a La Spezia

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.