Divieto

Cosseria, il Comune dice no al 5G

L'ordinanza sindacale è valida sull'intero territorio comunale

Eolo antenna

Cosseria. “In un contesto di emergenza epidemiologica come quella del COVID 19 che stiamo iniziando a vedere timidamente ora un generale miglioramento, non è opportuno aggiungere una nuova preoccupazione ai Cosseriesi con l’installazione delle antenne di quista generazione (5G)”. Così, in una nota, il sindaco di Cosseria e consigliere Anci Liguria Roberto Molinaro.

“Sulla base degli attuali studi scientifici i cui risultati contrastano tra di loro – spiega il primo cittadino – ho ritenuto più consono adottare un atteggiamento prudenziale al fine di evitare di sperimentare le possibili cause negative sulla salute dei cittadini. Come specificato nell’ordinanza, nell’attesa di ulteriori indagini e ricerche sugli effetti che queste nuove frequenze potrebbero avere sulla persona, preferisco non concedere la possibilità di installare nuova tecnologia senza tener conto di eventali conseguenze”.

“Auspico – prosegue Molinaro – d’altro canto che l’installazione della fibra ottica effettuata in modo capillare possa garantire una connessione veloce e potente. A Cosseria abbiamo di frequente problemi di connessione ed una zona industriale in Loc. Ponteprino che ospita una realtà produttiva fiorente con la presenza di società multinazionali è ancora priva di connessione poichè in ombra rispetto ai ripetitori installati in Valbormida. Aumentiamo la capacità di ciò che abbiamo a disposizione, nell’attesa studi approfonditi e indipendenti daranno maggiore sicurezza ai cittadini sotto il profilo della salute e nel caso si appuri che le onde elettromagnetiche siano innocue e non producano un ulteriore forma cancerogena o altra tipologia di malattia ai tessuti delle persone o ai suoi organi vitali”.

“Tecnologia avanzata si ma di pari passo per quanto possibile con il rispetto per l’ambiente e per gli esseri viventi.
Peccato che queste decisioni non semplici perchè a volte noi amministratori locali dovremmo essere virologi, chimici, geologi e ingegneri non abbiamo strumenti adeguati per poter prendere decisioni ponderate, non siano invece assunte da chi ha competetnza sull’intero territorio nazionale e che sicuramente ha il supporto tecnico scientifico adeguato” conclude il sindaco.

Più informazioni
leggi anche
antenne telefonia mobile ripetitori cellulari
Rete veloce
Carcare, gli effetti della tecnologia 5g sul tavolo dell’amministrazione comunale
antenne telefonia mobile ripetitori cellulari
Innovazione
5G a Savona, il PD: “Bene ascoltare le preoccupazioni dei cittadini ma organizzare incontri ad hoc per comprendere il tema”
Ilaria Caprioglio
Popolazione
5G e rischi per la salute: il sindaco di Savona chiede chiarimenti al Governo

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.