IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cosseria, il Comune dice no al 5G

L'ordinanza sindacale è valida sull'intero territorio comunale

Più informazioni su

Cosseria. “In un contesto di emergenza epidemiologica come quella del COVID 19 che stiamo iniziando a vedere timidamente ora un generale miglioramento, non è opportuno aggiungere una nuova preoccupazione ai Cosseriesi con l’installazione delle antenne di quista generazione (5G)”. Così, in una nota, il sindaco di Cosseria e consigliere Anci Liguria Roberto Molinaro.

“Sulla base degli attuali studi scientifici i cui risultati contrastano tra di loro – spiega il primo cittadino – ho ritenuto più consono adottare un atteggiamento prudenziale al fine di evitare di sperimentare le possibili cause negative sulla salute dei cittadini. Come specificato nell’ordinanza, nell’attesa di ulteriori indagini e ricerche sugli effetti che queste nuove frequenze potrebbero avere sulla persona, preferisco non concedere la possibilità di installare nuova tecnologia senza tener conto di eventali conseguenze”.

“Auspico – prosegue Molinaro – d’altro canto che l’installazione della fibra ottica effettuata in modo capillare possa garantire una connessione veloce e potente. A Cosseria abbiamo di frequente problemi di connessione ed una zona industriale in Loc. Ponteprino che ospita una realtà produttiva fiorente con la presenza di società multinazionali è ancora priva di connessione poichè in ombra rispetto ai ripetitori installati in Valbormida. Aumentiamo la capacità di ciò che abbiamo a disposizione, nell’attesa studi approfonditi e indipendenti daranno maggiore sicurezza ai cittadini sotto il profilo della salute e nel caso si appuri che le onde elettromagnetiche siano innocue e non producano un ulteriore forma cancerogena o altra tipologia di malattia ai tessuti delle persone o ai suoi organi vitali”.

“Tecnologia avanzata si ma di pari passo per quanto possibile con il rispetto per l’ambiente e per gli esseri viventi.
Peccato che queste decisioni non semplici perchè a volte noi amministratori locali dovremmo essere virologi, chimici, geologi e ingegneri non abbiamo strumenti adeguati per poter prendere decisioni ponderate, non siano invece assunte da chi ha competetnza sull’intero territorio nazionale e che sicuramente ha il supporto tecnico scientifico adeguato” conclude il sindaco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.