IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carcare, la “macchina sociale” messa in moto dai giovani

Una serie di servizi attivati per far fronte all'emergenza

Carcare. Dopo pochi giorni dall’inizio della pandemia il Comune di Carcare ha attivato una “macchina” produttiva di azioni mirata al soccorso delle fasce deboli e delle famiglie in difficoltà con l’obiettivo di non lasciare nessuno solo, programmando nel dettaglio ogni singola iniziativa in collaborazione agli uffici dei servizi sociali, ufficio tecnico e alle associazioni giovanili del territorio.

Il primo strumento attivato per la funzione della “macchina sociale” è stato il servizio di spesa a domicilio di alimentari e farmaci denominato “AgiAmo” in favore degli anziani e delle fasce deboli più a rischio in questa fase delicata della nostra vita.

“Il servizio AgiAmo – spiega Andrea Alloisio, consigliere comunale alle politiche giovanili – è nato dalla volontà di offrire alle fasce sopracitate una maggiore sicurezza non privandole delle proprie abitudini soddisfacendo i loro bisogni con professionalità e velocità di intervento. Per poter compiere questo processo solidale ci siamo riuniti con il personale dei servizi sociali e dell’ufficio tecnico per coordinare al meglio il tutto. I giovani volontari, iscritti regolarmente all’albo dei volontari comunale, hanno conseguito un corso di sicurezza sulla modalità di uso dei dpi relazionato da una dottoressa qualificata”.

“Successivamente – aggiunge Alloisio – è stato attivato un numero verde, disponibile dal lunedì al sabato dalle 9 alle 17 per ricevere gli ordini. I 15 volontari, supportati dai mezzi e dai militi della protezione civile hanno eseguito in media 80 consegne settimanali alle famiglie carcaresi. Tutto questo è stato possibile, oltre al sacrificio e alla professionalità dei ragazzi, alla grande collaborazione con i supermercati, sempre disponibili e precisi alle richieste del servizio”.

Dopo le fasce deboli e gli anziani, la “macchina sociale” è stata programmata per le famiglie in difficoltà economica: l’assessore ai servizi sociali Alessandro Ferraro, grazie all’aiuto dei servizi competenti, ha organizzato la distribuzione dei buoni spesa messi a disposizione dal Comune di Carcare.

“In totale sono state ricevute 92 richieste di accessibilità ai buoni, 73 sono state accolte e subito evase, 5 sono in valutazione, 8 in sospeso e solamente 6 respinte, per un totale di 18,200 euro in buoni spesa già distribuiti alle 73 famiglie. Nel mese di maggio verrà erogata la seconda tranche”, specifica il dottor Ferraro.

A completare l’efficienza della macchina è il servizio “una spesa per la ripresa”, condiviso dai Comuni di Carcare e Plodio e dalle associazioni giovanili Equipe 6595, 1621, Il Mosaico, VB Factor, il cui scopo è quello di fornire un aiuto ulteriore alle persone in difficoltà, attivando una raccolta di beni di prima necessità all’interno dei supermercati locali, procedendo poi alla consegna sotto indicazioni dei servizi sociale dei rispettivi comuni. Sono già state consegnate 100 borse a 100 famiglie e presto ne verranno elargite altre 50.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.