IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bandiera Blu 2020, le reazioni: “Risultato ambito e prezioso, frutto di un grande lavoro”

Parole di soddisfazione da Celle Ligure, Varazze, Pietra Ligure, Alassio e Spotorno, oltre che del consigliere regionale Vaccarezza

Provincia. Sono state assegnate le Bandiere Blu 2020, il riconoscimento internazionale assegnato alle località turistiche balneari che soddisfano criteri di qualità relativi alla pulizia delle spiagge, delle acque di balneazione e ai servizi offerti. Istituito nel 1987 dall’organizzazione non-governativa e no-profit FEE (Foundation for Environmental Education), il programma “Bandiera Blu” è condotto in 46 nazioni in tutto il mondo con l’obiettivo di promuovere nei Comuni costieri e lacustri una gestione sostenibile del territorio prestando particolare cura per l’ambiente.

Quello conseguito quest’anno è un ottimo risultato che premia molte spiagge della provincia savonese. Ecco i commenti di chi ha ricevuto la Bandiera Blu 2020.

“Per il quindicesimo anno consecutivo la FEE assegna al Comune di Spotorno la certificazione Bandiera Blu. In totale le bandiere così diventano 17, sommando anche quelle del 1999 e 2000. Il Comune di Spotorno, il giorno giovedì 14 maggio, a Roma, ha preso parte alla cerimonia di consegna delle Bandiere Blu 2020, attribuite dalla FEE ai Comuni costieri che si distinguono per qualità delle acque e dei servizi offerti” fanno sapere dal Comune di Spotorno.

“Riconfermarci Bandiera Blu anche nel 2020 – dichiara Gian Luca Giudice del Comune di Spotorno con delega alla certificazione Bandiera Blu – è un risultato non banale. E’ invece un lavoro di squadra di tutte le categorie e
istituzioni che operano nella terra meravigliosa del Golfo dell’Isola”.

“Educazione ambientale e informazione, qualità delle acque, gestione ambientale, servizi e sicurezza sono infatti i criteri di scelta che premiano l’impegno dei ragusani per fare del loro mare un luogo accogliente, attrattivo e a misura d’uomo. Siamo convinti che questo riconoscimento contribuirà a far ripartire il comparto turistico” continua Giudice.

L’amministrazione comunale di Celle Ligure commenta l’ottenimento dell’ambito vessillo con una lettera rivolta ai cittadini: “Cari Concittadini, ciò che caratterizza le spiagge che ottengono il riconoscimento internazionale di Bandiera Blu, rilasciato dalla Fee, Foundation for Environmental Education non è solo un riconoscimento, ma è espressione di spiagge da sogno, con acque di balneazione eccellenti e località che siano espressione di una politica di gestione eco-orientata . Questa mattina il riconoscimento, per il 25° anno di fila per la nostra Celle, che ormai vanta un raggiungimento straordinario di 27 attribuzioni totali e per la nostra Cala Cravieu”.

“Il raggiungimento di questo traguardo – continuano dall’amministrazione comunale – è frutto di un lavoro curato nei minimi dettagli ed effettuato step by step. Il primo è rappresentato dal superamento della valutazione della qualità delle acque, effettuata dall’Arpa in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente nell’ambito del Programma Nazionale di monitoraggio. Affinché possa essere ottenuto il riconoscimento, è necessario garantire la conservazione e la biodiversità degli ecosistemi marini così come la pulizia della spiaggia. Devono essere giudicati adeguati inoltre l’efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, la raccolta differenziata e la corretta gestione dei rifiuti pericolosi. Devono essere garantiti servizi come quello di salvataggio, l’accessibilità per tutte e tutti e l’attività di educazione ambientale per i bagnanti”.

“Il lavoro a livello Comunale implica il coinvolgimento ed il lavoro congiunto degli Uffici e dei Servizi Comunali che raccolgono il materiale necessario affinché possa essere inviato alla sede FEE di Roma. I ringraziamenti sono doverosi a tutti coloro che permettono ogni anno di poter ottenere questo riconoscimento così importante e di cui andiamo estremamente fieri” concludono.

Commento positivo anche da parte dell’amministrazione comunale di Alassio, che da 14 anni riceve il prestigioso riconoscimento: “Sono 75, quest’anno, tre più dello scorso anno, gli approdi turistici che hanno ricevuto la Bandiera Blu, il riconoscimento attribuito ogni anno dalla ong internazionale FEE (Foundation for Environmental Education, Fondazione per l’educazione ambientale), basata sui prelievi effettuati delle Arpa, le agenzie ambientali delle Regioni. Per il Porto Turistico di Alassio e per la Marina di Alassio si tratta di un’attesa riconferma” spiegano dal Comune.

“Per il quattordicesimo anno consecutivo il Porto Luca Ferrari di Alassio – commenta Rinaldo Agostini, presidente della Marina di Alassio SpA – la bandiera blu sventolerà nel nostro caratteristico approdo. Non nascondo la grande soddisfazione di questo risultato che è il frutto della straordinaria sinergia operativa con tutto lo staff della partecipata della Marina di Alassio, sotto il coordinamento del direttore Marino Agnese. L’attenzione all’ambiente, la qualità dei servizi, la competenza del nostro personale sono la chiave di una riconferma ambita e preziosa per il nostro porto che è parte fondamentale dell’offerta turistica della nostra città”.

“La Bandiera Blu per gli approdi – aggiunge Fabio Macheda, Assessore alle Partecipate del Comune di Alassio, a nome di tutta l’amministrazione Melgrati Ter – rappresenta il riferimento per la qualità dei servizi offerti e per l’impegno nella tutela ambientale del territorio. Esserne i beneficiari dal 2006 significa aver avviato e messo in pratica una fattiva politica di servizi e di tutela ambientale. Il riconoscimento ci spinge ogni anno a migliorare l’offerta e introdurre novità nel segno dell’innovazione e della tutela ambientale”.

Il riconoscimento della Bandiera Blu alla città di Varazze (nella foto sopra) per la diciannovesima volta riconsegna speranza e fiducia nel futuro e fa capire ancora di più quanto sia importante la tutela del mare e dell’ambiente marino. “Con questo prestigioso riconoscimento – afferma il sindaco Alessandro Bozzano – abbiamo un motivo in più per assicurare la ripresa di un settore fondamentale per il nostro territorio, quello del turismo balneare e nautico. Un patrimonio naturale unico da far crescere tutelando l’ambiente marino che il Comune di Varazze grazie all’attività dell’Assessorato all’Ambiente valorizza e protegge attraverso le attività del centro educazione ambientale, con l’adesione al Partenariato Pelagos ed al programma Eco-schools FEE”.

“Miglioramento del verde e del decoro urbano, efficientamento energetico e utilizzo di energie rinnovabili, interventi di riqualificazione urbana, attività sportive e turistiche ecosostenibili sono alcuni degli obiettivi raggiunti e consolidati negli anni che confermano il conferimento della Bandiera Blu anche per l’anno 2020” conclude l’assessore all’ambiente Luigi Pierfederici.

Pietra Ligure ha ottenuto, per il suo litorale di ponente e per il settimo anno consecutivo, la Bandiera Blu 2020, segno per eccellenza di rispetto per l’ambiente, cura del territorio, attenzione al patrimonio naturalistico e alti standard qualitativi nell’accoglienza e nei servizi offerti. L’ambito vessillo, assegnato ogni anno dalla FEE alle località turistiche balneari che rispettano rigorosi criteri nella gestione sostenibile del territorio, ci è stato ufficialmente conferito questa mattina, nel corso della cerimonia di assegnazione delle Bandiere Blu 2020 avvenuta, causa emergenza coronavirus, in videoconferenza – esordiscono soddisfatti il sindaco di Pietra Ligure Luigi De Vincenzi e l’assessore all’ambiente e alle attività produttive Cinzia Vaianella -. Riconfermarci Bandiera Blu anche nel 2020 è un grande risultato che premia l’attenzione che la nostra amministrazione pone nella tutela del territorio e nella cura dei servizi offerti alla cittadinanza e ai turisti con l’obiettivo principale di attivare pratiche virtuose verso un processo di sostenibilità ambientale e di qualità di vita. È un traguardo di cui siamo orgogliosi e che testimonia di un impegno continuo e su molti fronti che dura tutto l’anno. È un riconoscimento importante e lo è a maggior ragione nel momento di estrema difficoltà che stiamo vivendo”.

“È un simbolo di rinascita e di speranza che porta con sé la nostra voglia di ripartire e di rilanciare con forza l’economia turistica della nostra città, stimolandoci a mettere in campo tutte le energie possibili per essere pronti ad accogliere in tutta sicurezza e a riguadagnare in fretta il terreno perduto in questi mesi di pandemia – continuano –. La Bandiera Blu è una continua sfida per il miglioramento di tutti quegli aspetti che costituiscono i criteri di valutazione della qualità ambientale del nostro territorio e del suo sviluppo sostenibile come il potenziamento della raccolta differenziata, delle aree verdi e pedonali come delle piste ciclabili, ma anche il miglioramento della qualità delle acque di balneazione e delle spiagge su tutto il nostro litorale e delle strutture alberghiere e turistiche e, non da ultimo, il rafforzamento dell’ educazione ambientale nelle nostre scuole. L’iter che porta all’assegnazione di questo importante riconoscimento è un processo lungo e complesso che vede impegnati diversi settori del Comune, in primis l’ufficio tecnico, e che non può prescindere dalla collaborazione con tutti gli operatori del settore turistico-balneare e delle attività produttive e dal coinvolgimento diretto di tutta la cittadinanza. A tutti vogliamo esprimere un ringraziamento grande e speciale assicurando, oggi più che mai, il nostro massimo impegno in un’ottica piena di futuro e di speranza” concludono il sindaco e l’assessore.

Pietra Bandiera

Soddisfatto del primato ligure anche il consigliere regionale di “Cambiamo” Angelo Vaccarezza: “Sono state assegnate poco meno di due ore fa le bandiere Blu per l’anno 2020. Aumentano i riconoscimenti ai Comuni marinari e lacustri con le acque più pulite e il maggior rispetto dell’ambiente. In totale, 195 i Comuni italiani che le hanno ottenute, 12 in più rispetto ai 183 dell’anno scorso. Hanno ottenuto il riconoscimento anche 75 approdi turistici”.

“Bandiera Blu è il riconoscimento internazionale, istituito nel 1987, assegnato ogni anno in 49 paesi, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell’ONU – spiega il consigliere regionale – UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ( Fondazione per l’Educazione Ambientale) ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale e riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale nel campo dell’educazione ambientale e dell’educazione allo sviluppo sostenibile. La Bandiera Blu viene assegnata alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio; il programma, ha come obiettivo la diffusione della sostenibilità ambientale in tutto il territorio nazionale. La Liguria sale a 32 località, con due nuovi ingressi, Diano Marina e Sestri Levante, guidando così la classifica nazionale.  Per la Bandiera Blu gli approdi sono 14 i premiati della nostra Regione”.

“Del riconoscimento ai 32 comuni liguri, 13 riguardano il territorio della Provincia di Savona, che si conferma quindi la provincia con più bandiere blu sia per le spiagge, che per le Marine: sono infatti 6 i porti premiati nel Savonese. Questo risultato è il segnale di una mirata applicazione delle quelle regole utili ad una sempre migliore tutela dell’ambiente costiero, frutto del lavoro incessante e lungimirante degli imprenditori del settore balneare, che nonostante le moltissime difficoltà affrontate in passato, e quelle che si trovano a dover gestire oggi in periodo di emergenza sanitaria, hanno saputo reagire; sono pronti anche ora a proseguire i loro percorsi virtuosi, per mantenere alta la qualità delle nostre spiagge” conclude Vaccarezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.