IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ammortizzatori sociali per 15 mila lavoratori, Pasa (Cgil): “Ritardi inaccettabili, basta rimpalli di responsabilità”

"Abbiamo denunciato la drammatica situazione anche al Prefetto di Savona, ora risposte immediate"

Provincia. “Basta rimpalli di responsabilità! Basta raccontare bugie. La realtà nel nostro territorio è un’altra ed è drammatica. E’ necessario risolvere il problema e non continuare a strumentalizzare politicamente ciò che sta avvenendo in Liguria e soprattutto in provincia di Savona. E’ inutile il giochino tra Regione, Inps e Governo che si rimbalzano da oltre tre mesi le colpe”.

L’affondo arriva dal segretario provinciale della Cgil Andrea Pasa sulla questione degli ammortizzatori sociali nel savonese.

“In provincia di Savona in questi mesi di emergenza sanitaria la Cgil non ha mai smesso di essere un presidio fondamentale per migliaia di lavoratori, disoccupati e pensionati, abbiamo sottoscritto oltre 1.500 accordi per le diverse tipologie di ammortizzatore sociale (cassa integrazione in deroga, FIS, cassa ordinaria, FSB per il settore dell’artigianato) con diverse associazioni datoriali per oltre 15 mila lavoratrici e lavoratori con l’obbiettivo di dare un sostegno al reddito a migliaia di persone e famiglie che in questo momento si trovano in una situazione drammatica” spiega l’esponente sindacale.

“Il risultato è profondamente negativo. Ad oggi ci sono ritardi nei pagamenti delle indennità di cassa integrazione in deroga – oltre 1500 persone – la metà hanno percepito solo le indennità di marzo e che stanno attendendo quelle di aprile e tra qualche giorno quelle di maggio, ci sono ritardi per oltre l’85% delle autorizzazioni e sul pagamento delle indennità del FIS (Fondo d’Integrazione Salariale), oltre 300 accordi sottoscritti dalla Cgil che interessano circa 4mila persone”.

“In questi mesi abbiamo più volte interessato la Regione Liguria e l’Inps senza ad oggi avere avuto nessun risultato concreto, la settimana scorsa insieme alle associazioni datoriali, Cisl e Uil di Savona e la Camera di Commercio abbiamo denunciato questi ritardi al Prefetto, in quanto preoccupati della situazione che potrebbe diventare molto complicata se non si trovasse una soluzione entro qualche giorno”.

“Adesso servono risposte da parte di chi ha la responsabilità politica: sono necessarie per la sopravvivenza di migliaia di persone che vivono nel nostro territorio” conclude il segretario Pasa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.