IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albisola Superiore, riaperti il Museo Trucco e la biblioteca civica

Necessari mascherina e guanti

Albisola Superiore. Ha riaperto la biblioteca civica e il museo Trucco di Albisola Superiore. “L’operazione di riapertura – fa sapere l’assessore alla cultura Simona Poggi – è stata il frutto di un’attenta analisi, seguendo le disposizioni e le linee guida emanate dal governo e dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti”.

Ho preso questa decisione perché sono certa che i cittadini siano consapevoli delle regole da rispettare – prosegue l’assessore albisolese – Credo inoltre che la cultura e l’arte aiutino spirito e corpo a uscire da questo periodo più forti e consapevoli e ritengo che la riapertura possa essere un segnale, uno stimolo per tutta la cittadinanza a riappropriarsi, a piccole dosi, di quella che era la routine quotidiana”.

“Preciso che sarà possibile accedere alla biblioteca solo per il prestito dei libri, indossando mascherina e guanti, mentre per il museo sarà sufficiente indossare la mascherina. Gli ingressi saranno contingentati e bisognerà rispettare le distanze – sottolinea Poggi – Come indicato dalle linee guida regionali sarà garantita una adeguata disinfezione degli ambienti, una ditta specializzata ha infatti provveduto alla sanificazione ed è stata predisposta segnaletica orizzontale e verticale che faciliti la mobilità interna in totale sicurezza”.

Ad aprire le visite al museo, una rappresentanza di ceramisti armata di mascherine e in fila distanziata, pronta a mostrare le regole per la visita in sicurezza all’ingresso del Museo Trucco. In occasione erano presenti Gabriele “mrCorto” Resmini per Officina900 come polo per la movimentazione di giovani artisti ceramici, Lea Gobbi per la Scuola Comunale di Ceramica per la formazione di nuovi artigiani, Ernesto Canepa quale presidente dell’Associazione Ceramisti Albisola, Cinzia Scarnecchia per “La Casa dell’Arte” e Benedetto Gaggero per “Ceramiche Gaggero” a rappresentare due botteghe storiche di Capo e di Superiore”.

Il ceramista Respini durante l’evento di riapertura ha voluto esprimere: “Abbiamo voluto dare un segnale forte di quanto noi ‘gente di ceramica’ teniamo al Museo e crediamo nella cultura quale veicolo di tradizione e slancio verso il futuro. Volevamo essere i primi a fare ripartire le visite tutti insieme per ricordare che il primo bene della nostra nazione è il patrimonio culturale e sarà quello che ridarà vita anche ad una bella fetta dell’economia. Non potremo fare inaugurazioni con buffet e movida, ma far ripartire il museo nella speranza che cresca sempre di più è il primo passo per grandi eventi futuri”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.