IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La maratona “La Liguria ricomincia. Di corsa” arriva nel ponente savonese fotogallery

"La testimonianza di un nuovo inizio dopo il lungo stop", tappe ad Andora, Albenga e Borghetto

Andora. È arrivata in Provincia di Savona la maratona “La Liguria ricomincia. Di corsa” che è giunta ad Andora dove il testimone è passato al consigliere delegato allo Sport, Ilario Simonetta che ha corso per 5 chilometri portando un barattolo di sabbia di Andora, che rappresentava simbolicamente il bel litorale andorese, una eccellenza che si è voluta portare all’attenzione dei turisti.

Il sindaco Mauro Demichelis, il vice sindaco Patrizia Lanfredi e l’assessore all’Agricoltura e al Demanio, Marco Giordano, hanno sottolineato la bellezza del territorio, l’offerta turistica ed enogastronomica in un video realizzato dagli organizzatori della Fondazione Genova Liguria Film Commission.

fase 2 andora maratona

“Questa maratona esprime bene la nostra voglia di ricominciare dopo lo stop, seguendo le regole e partendo da ciò che ci caratterizza e ci rende attrattivi” ha detto il sindaco Demichelis.

“Nel grande cesto che raccoglie le eccellenze liguri abbiamo messo un barattolino di sabbia, simbolo delle nostre piagge dorate, alcune delle nostre straordinarie eccellenze dell’agricoltura come il Basilico Genovese Dop e l’olio extravergine d’oliva” ha spiegato l’assessore Marco Giordano.

fase 2 andora maratona

Un evento sportivo che diverrà un video promozionale della Liguria.

“Abbiamo parlato del porto, dell’ entroterra, dei nostri bellissimi sentieri che si affacciano su un mare, culla della pesca tradizionale e dove si può fare ogni tipo di sport” ha concluso Demichelis.

E dopo Andora tappa ad Albenga per l’inziativa è nata per promuovere lo sport e i prodotti della nostra terra (sia enogastronomici che di artigianato) e consiste in una staffetta che ha preso il via questa mattina da Ventimiglia e che nella giornata di domani arriverà a La Spezia. Ad accoglierla il vice sindaco Alberto Passino e la consigliera Ilaria Calleri che hanno delegato alla maratona i runner Massimiliano Nucera e Carlo Cagiano che porteranno l’asparago violetto fino alla prossima tappa.

“Ringraziamo gli organizzatori per aver invitato la città di Albenga a partecipare a questa iniziativa che abbiamo accolto con grande entusiasmo proprio per l’importante messaggio positivo che vuole esprimere. Un’occasione anche di poter promuovere e parlare delle nostre numerose eccellenze enogastronomiche e non solo. Ci è stato chiesto di consegnare un solo prodotto tipico della nostra piana e abbiamo scelto di mettere nel “paniere di Liguria” l’asparago violetto perchè, oltre che di stagione e Presidio Slow Food, proprio per la sua unicità, ben rappresenta la qualità dei nostri prodotti” affermano gli esponenti dell’amministrazione ingauna.

Da Albenga a Borghetto Santo Spirito. È stata l’assessore allo Sport Celeste Lo Presti a portare i saluti dell’amministrazione comunale e a consegnare nel cosiddetto paniere delle eccellenze liguri un effige lignea della Madonna della Guardia realizzata e donata dal noto artista borghettino Simone Finotti, che ancora una volta ha dato prova di grande generosità e attaccamento al paese.

L’effige è stata scolpita a mano in un pregiato tronco di legno di olivo, albero simbolo della nostra regione che rappresenta un’eccellenza invidiata in tutto il mondo.

I borghettini sono molto devoti alla Madonna della Guardia e proprio quest’anno ricorrono i festeggiamenti che ogni 5 anni le vengono tributati.

Nella notte tra il 1 e il 2 luglio del 1637 Borghetto subì l’assalto improvviso di un’orda di pirati barbareschi provenienti da Tunisia ed Algeria che nel corso del ‘500 e del ‘600 depredavano borghi indifesi prendendo in ostaggio gli abitanti per chiedere ingenti riscatti.

L’attacco avvenne sotto la porta occidentale detta “della fontana” sopra l’arco della quale si trovava già la nicchia con la statua della Madonna. I pirati furono respinti dalla gente di Borghetto che, fiera della vittoria ottenuta e grata per lo scampato pericolo, attribuì subito la propria salvezza all’intervento provvidenziale della Madonna.

Il ricordo di quella notte fu tramandato di generazione in generazione e la devozione verso la “celeste guardiana”aumentò sempre più tanto che fin dal 1725 si hanno testimonianze di festeggiamenti in suo onore.

“Una bellissima iniziativa alla quale abbiamo voluto fortemente aderire. Al paniere delle eccellenze abbiamo affidato un simbolo importante del nostro paese, legato alle nostre tradizioni e plasmato dalle mani del nostro artista Simone Finotti. La speranza è che possa essere di buon auspicio per una veloce e indispensabile ripartenza di tutta la Liguria” dichiara il sindaco Giancarlo Canepa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.