Formazione a distanza

Savona, gli esami ECDL (da remoto) non si fermano al Liceo Chiabrera-Martini. Il dirigente scolastico: “Primi in provincia ad avere autorizzazione”

Gargano: "E' per noi motivo di grande orgoglio perché da sempre la nostra scuola investe in ricerca e innovazione"

redazione giovani appunti

Savona. “Gli esami ECDL/ICDL (la patente europea per l’uso del computer) da remoto sono diventati una realtà grazie a una sperimentazione avviata anche presso il nostro Test Center, che è stato tra i primi in Liguria e il primo in provincia di Savona ad avere da AICA l’autorizzazione ad erogare esami ECDL online”.

A sostenerlo Alfonso Gargano, dirigente scolastico del liceo classico linguistico artistico Chiabrera-Martini di Savona, che afferma: “Essere uno dei precursori in questa nuova modalità di esami ECDL da remoto è per noi motivo di grande orgoglio perché da sempre la nostra scuola investe in ricerca e innovazione per promuovere l’eccellenza formativa. Ad aprile/maggio 2020, infatti, si terranno le prime sessioni di esami ECDL online in cui nostri alunni e personale dell’istituto testeranno questo nuovo percorso per la formazione e certificazione di competenze a distanza”.

L’idea di dare la possibilità di fare gli esami ECDL/ICDL a distanza verrà affrontata per la prima volta in questo frangente di terribile emergenza sanitaria e testimonia il grande impegno che il personale tecnico e amministrativo della scuola continua a profondere anche a distanza, per fornire un ausilio importante nel campo dell’apprendimento e dell’acquisizione di competenze informatiche – ci tiene a dire il dirigente scolastico – Gli esami saranno somministrati da remoto grazie alla soluzione Atlas in Cloud”.

Come spiega ancora Gargano, “per l’attivazione del servizio di Aula virtuale è necessario che il candidato disponga dei seguenti requisiti tecnici: connessione Internet, webcam, sistema hardware audio completo di microfono, software di videoconferenza Microsoft Teams, software di desktop remoto. Il numero massimo di candidati per la sessione d’esame in oggetto è di 10 persone su 2 turni”.

“Ai partecipanti verranno fornite le credenziali per l’accesso a Microsoft Teams e al software di desktop remoto, necessari per la ripresa video dell’esame e per la connessione in remoto alla postazione esami – specifica Gargano – Il riconoscimento formale del candidato avviene in videoconferenza tramite esibizione in video del documento d’identità con foto”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.