IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, Roberto Tomatis a Niero: ” Nessuna lezione dal Pd ligure”

Il consigliere comunale della Lega di Albenga risponde alle osservazioni del sindaco di Cisano sul Neva in merito alla situazione della sanità ligure

Albenga. “Parlare ora di elezione regionali è inopportuno in riferimento a ciò che sta accadendo, ma ci auspichiamo tutti che se ne possa parlare al più presto, vorrebbe dire che la pandemia è finita. E, se è vero come è vero che Niero sarà scelto come candidato dal Partito Democratico in Regione, per il centro destra non poteva esserci notizia migliore”. Così il consigliere comunale della Lega di Albenga, Roberto Tomatis, risponde alle osservazioni del sindaco di Cisano sul Neva, Massimo Niero, in merito alla situazione della sanità ligure.

“Leggere le considerazioni di Niero sulla sanità ligure in questo momento è semplicemente assurdo. Vedi Niero, ora ti elenco le cose fatte dalla sanità ligure, queste non sono opinioni di bandiera, questi sono dati incontrovertibili. Sono stati raddoppiati i letti in terapia intensiva, infatti, siamo la Regione con il più alto numero di terapie intensive in relazione agli abitanti, passate in quattro settimane da meno di cento posti letto di Infettivologia a oltre 1250 posti dedicati al Covid. Finora, per fortuna, tutti coloro che hanno avuto bisogno di una maschera per l’ossigeno o di essere intubati hanno trovato un posto in ospedale”.

“La sanità ligure ha fatto percorsi-nascite per le partorienti copiati di sana pianta due settimane dopo dal ministero. La ‘nostra’ sanità regionale (anche la tua) ha distribuito Dpi alle strutture per anziani nonostante il governo non ne mandasse a sufficienza neanche per gli ospedali. Abbiamo concesso l’uso di farmaci nonostante la burocrazia del ministero della salute l’avesse bloccata. Siamo la prima regione, insieme al Veneto, ad aver fatto test sierologici ai sanitari e nelle case di riposo, nonostante il Ministero stia ancora ragionando su quali linee guida dare ai sistemi sanitari regionali”.

“Tra tutti cerchiamo di far ottenere a Niero il nulla osta dalla prefettura affinché gli sia concesso il permesso di andare a Roma a far suonare la sveglia al suo governo ed ai suoi compagni di partito e se gli faranno la multa sono anche disponibile a pagargliela io, ma vada di corsa invece di perder tempo a Cisano a trovar scuse per coprire l’inadeguatezza dei suoi compagni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.