IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Morto dopo anni di lavoro a Porto Marghera: famiglia presenta esposto contro Italiana Coke

Denuncia-querela ai carabinieri chiedendo autopsia sulla salma e di indagare su cause e eventuali responsabili 

Aggiornamento: Va precisato che l’attuale proprietà di Italiana Coke non è quella a cui fanno riferimento i fatti descritti. Fino alla privatizzazione delle cokerie (settembre 1994) tutte le società succedutosi a partire dagli anni ‘70 (con denominazione Italiana Coke, Nuova Italiana Coke e nomi simili) sono state aziende del Gruppo Eni. In seguito sono succeduti altri soggetti privati diversi dall’attuale proprietà.

Cairo Montenotte. Della sua squadra di lavoro, presso lo stabilimento di Italiana Coke di Porto Marghera, per la stessa patologia, erano morti già in cinque: ora è toccato anche a Mario Trevisan.

L’uomo, residente a Mira, è deceduto il 2 aprile, a 74 anni, per un tumore al polmone. E i suoi familiari hanno deciso di presentare una denuncia-querela ai carabinieri di Marghera chiedendo all’autorità giudiziaria di “disporre l’autopsia sulla salma del loro caro, di accertare l’origine professionale del male e di perseguire i soggetti ritenuti eventualmente responsabili della sua morte, con particolare riferimento ai vertici dell’azienda per la quale ha lavorato: la Italiana Coke Spa”.

Il settantaquattrenne aveva lavorato dal 1971 al 1997 nello stabilimento di Porto Marghera di Italiana Coke Spa come manutentore di impianti di carbone: era addetto alla manutenzione delle griglie interne dei tunnel in amianto per l’estrazione di carbone.

Alla sua morte, i familiari, per fare piena luce sui fatti ed essere assistiti, attraverso l’area manager e responsabile della sede di Dolo, Riccardo Vizzi, si sono rivolti a Studio3A-Valore S.p.A, società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, e come primo passo è stato presentato l’esposto.

Studio3A ha anche già “chiesto le coperture assicurative alla Italiana Coke S.p.A. che, com’è noto, non opera più a Porto Marghera, ma rimane un colosso nella lavorazione del carbone: il gruppo, che ha sede legale a Genova, impiega nell’impianto savonese di Cairo Montenotte 330 dipendenti ed è tra le prime cinquanta imprese della Liguria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.