IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maltrattamenti alla moglie e ai figli, anziano arrestato dai carabinieri

Un 81enne ha violato il divieto di avvicinamento al nucleo familiare, continuando con comportamenti violenti e aggressivi

Altare. I carabinieri della stazione di Altare hanno dato esecuzione alla misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di D.P., 81enne residente a Mallare, secondo quanto disposto dal Gip del Tribunale di Savona per l’aggravamento della misura già adottata nei confronti dell’anziano di divieto di avvicinamento alla moglie, emesso in data 31 gennaio.

Il provvedimento scaturisce a seguito delle indagini avviate dai carabinieri di Altare in relazione a due distinti episodi nei quali l’anziano aveva messo in atto comportamenti violenti nei confronti della consorte, della figlia ed altri componenti del nucleo familiare.

L’81enne, infatti, aveva manifestato comportamenti aggressivi e violenti nei confronti della moglie 75enne e dei figli che in qualche occasione erano intervenuti a tutela della madre.

L’esito delle indagini, che ha visto anche l’acquisizione di referti medici presso l’ospedale di Cairo Montenotte e la raccolta di testimonianze, era stato trasmesso alla Procura della Repubblica di Savona che ha richiesto al Gip un provvedimento di divieto di avvicinamento alla moglie, R.V. 75enne, che nel frattempo aveva trovato riparo presso l’abitazione dei figli.

Nonostante il provvedimento, l’anziano ha continuato ad avere comportamenti aggressivi nei confronti dei congiunti nel tentativo di riavvicinare la moglie, comportamenti che hanno visto anche il tentativo di simulare un incidente stradale per darne la colpa alla figlia. Tutti gli episodi di violazione alle prescrizioni del provvedimento di divieto di avvicinamento sono state segnalate all’Autorità Giudiziaria, che ha quindi ritenuto di adottare la misura cautelare, eseguita ieri pomeriggio, per impedire ulteriori azioni violente.

L’uomo, ristretto presso il proprio domicilio, adesso è accusato dei reati di maltrattamento in famiglia, lesioni personali aggravate e violenza privata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.