IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La difesa dei Pirates 1984 contro il Covid-19, tra raccolta fondi e impegno in prima linea

Sono tanti i componenti della società sportiva che non si sono fermati, dando il loro apporto in vari ambiti

Albisola Superiore. I Pirati mostrano ancora una volta la loro generosità. Tramite la loro raccolta fondi destinata all’Area Intensiva dell’ospedale San Paolo di Savona, la società di football americano ha racimolato una somma che ha destinato all’acquisto di materiale dedicato agli operatori sanitari impegnati in prima linea.

Sono numerosi i pirati che non si sono fermati, ma hanno continuato ad impegnarsi nel lavoro di supporto per contrastare il Coronavirus, iniziando da chi e in prima linea come il coach Alessandro Smaniotto di Alessandria, infermiere presso l’unità di crisi Covid-19 nella città piemontese; la dottoressa Selena Bozzolasco, che ha brevettato e prodotto un gel igienizzante per le mani Skin Glove che preserva l’epidermide dai continui lavaggi; suo marito, il giocatore Giulio Prosetti, tecnico radiologo presso Biomedical Genova; i trasportatori coach Diego Valsecchi e il veterano Bruno Squeri.

Poi, ancora, citiamo Piero Cattaneo ed Alberto Murialdo, rispettivamente dirigente e vicepresidente dei Pirates 1984, impegnati nelle manutenzioni degli impianti ospedalieri savonesi Asl 2; coach Alice Menaballi nella logistica NSH; il dirigente Ettore Ronco e suo figlio Michael giocatore, lavoratori in ambito portuale savonese; coach Giovanni Casirati nella manutenzione impianti telecomunicazioni e, per finire, Silvio Pingiotti, tecnico farmaceutico presso il laboratorio CT di Sanremo.

Eugenio Meini, direttore sportivo dei Pirates 1984, commenta: “Quando c’è da aiutare, è sempre nostra tradizione impegnarci per farlo. Nel nostro piccolo, credo che abbiamo raggiunto un buon risultato. Invito anche altre associazioni ad impegnarsi. Purtroppo il nostro campionato non inizierà più in quanto la Fidaf ha decretato lo stop definitivo ai campionati italiani tackle 2020 di Prima Divisione, Seconda Divisione e CIF 9. Auspichiamo che i prossimi sviluppi siano positivi per una ripresa dei campionati rimanenti, ovvero tackle giovanili, flag e femminile, ma tutto dipenderà dalle eventuali ed ulteriori decisioni governative al riguardo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.