Prima commissione

Imposte comunali a Savona, il Pd: “Misure per garantire ossigeno alla città”

Il gruppo consiliare del Partito Democratico chiede un intervento ulteriore su Imu, Tari e Cosap

tiziana saccone sede partito democratico

Savona. Si è tenuta ieri a Savona la Prima commissione consiliare. Il gruppo consiliare del Partito Democratico, composto da Elisa Di Padova, Cristina Battaglia, Paolo Apicella e Gianni Maida, fa sapere di aver chiesto un intervento ulteriore su Imu, Tari e Cosap, “per garantire un po’ di ossigeno alle attività della città”.

“Riguardo all’Imu – spiegano – abbiamo chiesto che si trovino soluzioni per andare incontro a proprietari dei muri che applicano sconti ai commercianti che hanno tenuto chiuso per l’emergenza sanitaria. Sulla Tari abbiamo chiesto una riduzione delle utenze non domestiche, cioè dei commercianti che hanno chiuso causa emergenza Covid-19; inoltre abbiamo chiesto che la rateizzazione venga spalmata su più mesi anche nel 2021”.

“Per quanto concerne la Cosap – proseguono – abbiamo chiesto oltre alla riduzione prevista, anche una rateizzazione in più tranche perché non debba essere pagata tutta a settembre in una volta sola. Infine per gli ambulanti abbiamo chiesto una riduzione importante e una rateizzazione almeno su sei rate”.

“Si tratta certamente di misure per venire incontro agli operatori economici della nostra città – dicono gli esponenti del Pd – e anche per garantire la possibilità al Comune di ricevere i pagamenti da parte degli operatori! Per quanto riguarda gli ambulanti gennaio e febbraio sono già stati mesi difficili per quanto riguarda il meteo e a questo si è sommata l’emergenza sanitaria. Lavoreremo ad alcuni emendamenti che vadano in questa direzione insieme agli altri consiglieri”.

“Alcune prime risposte legate alla difficoltà di gestire la rateizzazione attraverso il software comunale crediamo debbano essere prontamente risolte, per esempio chiedendo supporto ad enti preposti come Liguria Digitale. Gli strumenti digitali devono essere flessibili e mai di vincolo soprattutto in questo momento. Sarà poi fondamentale agire su tavoli di lavoro permanenti con le categorie per monitorare fase 2 e lavorare con agilità sulle soluzioni necessarie” conclude il gruppo consiliare del Partito Democratico.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.