Il coronavirus non ferma i volontari dell'Enpa: a febbraio soccorsi 121 animali selvatici - IVG.it
Volontariato

Il coronavirus non ferma i volontari dell’Enpa: a febbraio soccorsi 121 animali selvatici

"Nonostante la cronica mancanza di aiuti, non solo economici ma soprattutto manuali"

Savona. L’emergenza coronavirus, con tante persone chiuse correttamente in casa, non ferma le segnalazioni di animali selvatici feriti o in difficoltà, di solito visti dal balcone o dalla finestra.

L’attività dei volontari della Protezione Animali savonese non si ferma, “anche se appesantita dalle norme contro il covid-19 e dalla cronica mancanza di aiuti, non solo economici ma soprattutto manuali, da parte di tanti pigri animalisti”, spiegano dall’Enpa savonese.

“Nel solo mese di febbraio sono stati recuperati 121 animali selvatici bisognosi di soccorso, mentre nei giorni scorsi sono stati soccorsi un fringuello a Cadibona, un colombaccio a Varigotti, una rara schiribilla ad Albenga, oltre a più ‘comuni’ gabbiani reali, merli, colombi e tortore; tra essi cominciano ad esserci piccoli caduti dai nidi, che necessitano di essere imboccati più volte al giorno dai sempre più stanchi e pochi volontari dell’Enpa” concludono.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.