IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fondazione Bormioli, una donazione di duemila euro alla Croce Bianca di Cairo

Il contributo sarà usato per acquistare le dotazioni di protezione dei volontari

Cairo Montenotte. La Fondazione Bormioli di Cairo Montenotte, che opera ispirata al binomio solidarietà e cultura, attraverso il presidente Pier Luigi Vieri, ha versato alla Croce Bianca cairese un contributo di duemila euro a sostegno delle “importanti attività di servizio sanitario – volontario, generoso e disinteressato – che costantemente viene svolto dai militi a beneficio di tutta la comunità locale”.

Spiega infatti il dottor Vieri: “L’operato della nostra benemerita Croce Bianca è apprezzato da tutti, particolarmente in questo periodo di emergenza sanitaria, in cui i volontari continuano instancabilmente ad offrire l’indispensabile servizio a tutta la popolazione, anche a rischio della loro salute”.

“Siamo consapevoli – aggiunge il presidente – che la temporanea chiusura dell’ospedale di Cairo Montenotte richiede un supplemento di impegno, di disponibilità e di energie, e per questo siamo profondamente riconoscenti alla Croce Bianca”.

In tal senso il consiglio della Fondazione Bormioli, composto da Walter Baccino, Lorenzo Chiarlone, don Mirco Crivellari, Pierugo Demarziani, Massimiliano Ferraro, Elena Moreno, Fulvio Rossotti, oltre che dal presidente Vieri, all’unanimità ha deliberato l’erogazione del contributo “con l’auspicio che possa essere di aiuto a sempre meglio operare per il bene della collettività”.

La pubblica assistenza cairese ha risposto con una lettera di ringraziamento, firmata dal presidente Federico Bagini, in cui ringrazia per il “generoso dono, importante per aiutare i volontari nella prosecuzione dell’attività di soccorso e assistenza alla popolazione cairese, in questo momento di grave emergenza che ha colpito il mondo intero” ed informa che il contributo sarà utilizzato per acquistare “preziosi dispositivi necessari a garantire e tutelare la salute dei volontari che quotidianamente prestano il loro servizio sulle ambulanze”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.