Savona

Fase 2, scatta la petizione tra i commercianti: “Chiediamo la sospensione delle tasse comunali”

Già superate le 100 firme: “Le allegheremo alla lettera che invieremo al sindaco lunedì”

raccolta firme savona coronavirus

Savona. Dopo la protesta di ieri sera, con accensione di luci e insegne di numerose attività, e la manifestazione di questa mattina in piazza Sisto IV, culminata con la simbolica consegna delle chiavi delle proprie attività al sindaco, i commercianti di Savona hanno deciso di lanciare una petizione.

raccolta firme savona coronavirus

La raccolta firme ha già superato le 100 adesioni ed è finalizzata a richiedere “la sospensione delle tasse comunali”.

A farsi portavoce dell’iniziativa è stato Maurizio Di Adamo, titolare del bar-tabaccheria “Olimpia” di Savona, che ha spiegato: “Stiamo raccogliendo le firme per chiedere, a nome di tutti gli esercizi, di sospendere le tasse comunali”. 

“Abbiamo già raccolto un centinaio di firme. L’appello è esteso a tutti i bar, i ristoranti e le pizzerie della città. Possono venire a firmare la petizione presso il nostro bar-tabaccheria, seguendo le prescrizioni di legge e sicurezza, con il timbro della propria attività. Allegheremo le firme alla lettera che invieremo al sindaco Ilaria Caprioglio lunedì 4 maggio”, ha concluso. 

leggi anche
Risorgiamo italia riconsegna chiavi
La protesta
Coronavirus, cartelli e chiavi alla mano. Commercianti in piazza a Savona: “Vogliamo solo lavorare”
Generica
Risorgiamo italia
Luci accese e inno di Mameli: la protesta di bar e ristoranti nel savonese

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.