IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Donati seimila euro al 118 di Savona dai partecipanti della 24H di Finale Ligure

La 22ª edizione non si disputerà, ma il mondo della mountain bike non è rimasto a guardare

Finale Ligure. Com’è noto la 22ª edizione della 24H of Finale è stata annullata e rinviata al 2021. Blu Bike, l’associazione che organizza l’evento, ha scelto di rimborsare completamente le quote di iscrizione che gli atleti avevano già versato per partecipare, senza prevedere il ‘congelamento’ delle stesse per l’edizione 2021. Inoltre, ha scelto di coinvolgere tutti i protagonisti in un gesto utile per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

“Rifondendo le quote di iscrizione abbiamo deciso di andare oltre l’interesse esclusivo dell’evento e vi abbiamo proposto di convertire liberamente parte della quota come donazione per una causa di interesse molto più grande e che riguarda tutti noi – dicono gli organizzatori -. Vi abbiamo proposto di partecipare alla raccolta fondi a favore del 118 della Provincia di Savona, e come sapevamo ci avete dimostrato che chi partecipa alla 24 Ore di Finale, sa sempre fermarsi per aiutare chiunque altro sia in difficoltà. Seimila grazie per i seimila euro che attraverso bonifico e la raccolta su Gofound è già a disposizione 118 della Provincia di Savona“.

“Alla 24H of Finale – proseguono – siamo ‘cresciuti’ attraverso il gioco e questo forse ha contribuito a mantenere viva la generosità tipica dei bambini o dei grandi uomini. Grazie davvero, perché se siamo abituati a dire ‘The 24H of Finale: it’s Fun, it’s Hard, it’s Crazy’; per merito vostro oggi possiamo dire ‘The 24H of Finale it’s Great‘”.

Al nostro ringraziamento – aggiungono – vogliamo unire quello di uno dei medici di emergenza territoriale del 118 di Savona, Monica Scarimbolo, che oltre ad essere in prima linea in questi mesi, sta anche gestendo la suddetta raccolta fondi per fare fronte all’emergenza sanitaria. La scelta di impegnarsi per una donazione a favore del soccorso territoriale è stata per noi una scelta scontata, godendo del loro incessante lavoro da sempre e tutto l’anno“.

“Infine – concludono -, il ringraziamento più importante va a tutti i medici, gli infermieri, soccorritori e volontari del 118, la Croce Bianca di Finalmarina, la Croce Verde di Finalborgo, il Soccorso Alpino e le squadre di Protezione Civile che ogni giorno sono in prima linea per fronteggiare questa estenuante battaglia e che forniscono l’indispensabile servizio di soccorso che rende possibile non solo gli eventi come la 24H of Finale, ma tutta la fruizione mountain bike del nostro territorio. sono enti che lavorano senza sosta dietro le quinte, senza gli applausi del pubblico ma rendendo possibile e sicura la nostra passione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.