Lettera al direttore

Andora

Coronavirus, gruppo di parenti degli ospiti della residenza “Stella Maris”: “Grazie a suore e operatori”

A parlare, a nome di una ventina di persone, è Anna Orengo: “Siamo contenti e fiduciosi dell’operato della struttura”

Stella Maris Andora

Andora. “Vogliamo pubblicare una notizia in controtendenza. In un momento in cui in tanti si accaniscono contro le strutture per anziani, per via dell’emergenza Coronavirus, noi vogliamo invece fare un plauso e rivolgere un ringraziamento alle operatrici, alle suore e a tutto il personale della residenza Stella Maris di Andora”.

“Mia mamma è ricoverata da tempo in struttura e mi faccio portavoce dei parenti di un’altra ventina di ospiti, che ho contattato al telefono personalmente per raccogliere pareri ed impressioni”.

“Si tratta di un virus particolare e subdolo, che ha creato innumerevoli problemi in tante rsa e residenze protette. Ma noi siamo tutti contenti e fiduciosi dell’operato della Stella Maris, che ha agito per tempo e continua a lavorare in modo preciso e corretto”. 

“Sento mia mamma ogni giorno, non è autosufficiente ma è perfettamente lucida e mi ribadisce quotidianamente la bontà del lavoro di operatrici, suore, infermieri e dottori”.

“Gli anziani in struttura sanno del problema Covid-19, ma grazie alla cure amorevoli ricevute riescono comunque a vivere ‘bene’ la situazione. Non gli fanno mancare davvero nulla. Per questo ci teniamo a ringraziare tutti coloro che ci lavorano”.

Anna Orengo

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.