IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, la denuncia del sindacato di polizia (Siap): “La Regione non tampona i poliziotti sintomatici”

"Così i medici di Polizia di Stato sono costretti a metterli in servizio allungando la quarantena senza riscontri sulla positività"

Regione. “Dall’inizio del dilagare dell’infezione Covid19 anche sul territorio ligure, ci siamo subito resi conto che ottenere un sufficiente livello di tutela sui posti di lavoro della Polizia di Stato sarebbe stato un problema ed oggi ne stiamo pagando le conseguenze. I protocolli diramati dalla nostra Direzione Centrale di Sanità affidano agli Uffici Sanitari e ai Medici Competenti della Polizia di Stato grosse responsabilità perché devono valutare, attraverso specifiche anamnesi, la decisione di sottoporre a tamponi faringei i poliziotti esposti a rischi Covid19”. A parlare, in una nota, è Roberto Traverso, Dirigente Nazionale del sindacato italiano appartenenti polizia.

“Il Siap – spiega Traverso – in qualità di RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) sta facendo pressione sui propri datori di lavoro per ottenere i dati relativi al numero reale dei poliziotti positivi a Covid19 visto che l’Amministrazione locale non fornisce adeguatamente informazioni sul personale messo in quarantena e soprattutto non sappiano il dato reale di coloro che pur sintomatici non vengono sottoposti a tampone. L’ultima comunicazione ricevuta da parte della Questura di Genova fa emergere l’evidente difficoltà riscontrata dai sanitari della Polizia di Stato ad ottenere l’effettuazione dei tamponi da parte dell’ASL al punto di essere costretti a prolungare la quarantena da 14 a 21 giorni mettendo il personale in servizio qualora non evidenziasse più sintomi al Covid19. Situazione pericolosa per la salute dei poliziotti e dei cittadini, visto che in questi casi non si può escludere che il personale possa rientrare in servizio ancora positivo al Covid19”.

“Tutto questo – continua Traverso – perché la Regione Liguria non effettua tamponi sufficienti e di conseguenza questa scelta ricade anche su chi deve garantire la sicurezza pubblica. Si tratta di una situazione inaccettabile che deve finire al più presto. Inoltre i poliziotti oltre a mettere a repentaglio la propria salute subiscono una clamorosa beffa economica visto che l’indennità assicurativa giornaliera prevista dalla convenzione stipulata dal Ministero dell’interno spetta solamente ai positivi Covid19”.

“Siamo tratta di una situazione complessiva davvero sconcertante di fronte alla quale il Siap andrà avanti sino in fondo soprattutto per la sicurezza delle donne e gli uomini della Polizia di Stato che non possono e non devono mettere a repentaglio la propria salute e di conseguenza quella dei cittadini solo perché non vengono effettuati i tamponi faringei” conclude.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SULL’EMERGENZA

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.