IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, la clinica San Michele di Albenga struttura residenziale per i pazienti: pronti 24 posti letto

Lo ha annunciato la Asl 1 per la gestione dell'emergenza sanitaria

Albenga. La Asl 1 ha individuato una struttura socio sanitaria da dedicare alla cura dei pazienti risultati positivi al Covid-19 in dimissione dall’ospedale e non inviabili a domicilio.

Si tratta della clinica San Michele di Albenga, gestita da Enne Srl, che, dal 4 aprile, metterà a disposizione dell’Asl 1, un piano dello stabile con 24 posti letto per prestazioni di media intensità di riabilitazione motoria e respiratoria in favore di pazienti affetti da Covid-19. In tale struttura, saranno garantite l’assistenza medica e infermieristica, la fornitura dei farmaci e dei presidi sanitari oltre ai necessari trasporti da e per l’ospedale di Sanremo.

“E’ una soluzione che abbiamo adottato per rispondere alle necessità assistenziali dei pazienti in post dimissione e per una migliore gestione dell’offerta ospedaliera in favore dei pazienti che necessitano di un ricovero da contagio Covid-19 – afferma la direzione aziendale -. Asl 1 prosegue nella ricerca di una soluzione a livello provinciale che ad oggi non si è potuta ancora concretizzare. La San Michele di Albenga è la prima struttura che ha accolto la nostra richiesta”.

“Ringraziamo i gestori per la disponibilità e la collaborazione dimostrata”.

E sono arrivati anche i ringraziamenti alla proprietà della clinica ingauna da parte del consigliere di Forza Italia ad Albenga Eraldo Ciangherotti, che ha dichiarato: “Desidero dare atto, ancora una volta, di come ci possano essere ottime sinergie tra pubblico e privato, anche nella Sanità, soprattutto se il privato è gestito da persone vere come il professor Nicola Nante, eccellenza sanitaria ingauna (è docente di Igiene all’Università di Siena) e imprenditore sanitario di grande spessore. L’aver accolto la richiesta dell’Asl2 savonese ed aver destinato un piano della sua Clinica, la San Michele di Albenga, a prestazioni di media intensità di riabilitazione motoria e respiratoria in favore di pazienti affetti da Covid-19 non solo gli fa onore, ma dimostra come pubblico e privato possano convivere nell’interesse di tutti”.

“Gli Albenganesi non devono dimenticare questo gesto di profonda coscienza medica. Spero che l’appello dell’Asl sia recepito anche da altri, in modo da alleggerire la pressione che, in questi giorni, le strutture ospedaliere provinciali stanno registrando. Nella speranza, ovviamente, che tutto questo termini quanto prima e si possa tornare alla normalità. #andratuttobene solo se tutti faranno la loro parte”, ha concluso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.