IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, infezioni sul luogo di lavoro sono come infortuni. Cgil: “Ad oggi poche denunce”

Ecco le indicazioni Inail sulla tutela infortunistica

Savona. Le infezioni da coronavirus avvenute nell’ambiente di lavoro o a causa dello svolgimento dell’attività lavorativa sono tutelate a tutti gli effetti come infortuni sul lavoro.

Lo sottolinea la Cgil savonese in merito alle indicazioni Inail sulla tutela infortunistica.

“Una nuova circolare Inail – numero 13 del 3 aprile 2020 – fornisce indicazioni sulla tutela per tutti i lavoratori assicurati con l’Istituto che hanno contratto l’infezione. Prevista la sospensione dei termini di prescrizione e decadenza per il conseguimento delle prestazioni Inail per tutti gli infortuni sul lavoro, soprattutto per gli operatori sanitari, quale conseguenza ad esposizione del rischio biologico professionale da nuovo coronavirus”.

“Nei casi accertati di infezione contratti in occasione di lavoro, il datore di lavoro è tenuto a denunciare l’infortunio ed a inoltrare la denuncia all’Inail” aggiunge il sindacato.

“In Liguria sono circa 600 i morti dall’inizio dell’epidemia ed oltre 3.700 i contagiati, ancora oggi troppo pochi sono i datori di lavoro e i lavoratori che denunciano attraverso l’Inail questo tipo di infortunio”.

“Per una prima consulenza e per iniziare la pratica, contattaci allo 019.838981 o all’indirizzo mail andratuttobene@cgilsavona.it”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.