IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, a Bergeggi una mascherina (gratis) per ogni residente. Il sindaco: “Ora serve buon senso” foto

"Queste mascherine ricevute in donazione non sono dei dispositivi medici ma servono come semplice protezione per le persone comuni"

Bergeggi. Verranno distribuite a partire da domani fino a sabato, grazie all’ausilio del gruppo di Protezione Civile, le mascherine per tutti i residenti di Bergeggi, una ciascuno.

Ad annunciarlo il sindaco Roberto Arboscello che spiega: “In questi giorni alcuni miei colleghi hanno emesso ordinanze che impongono l’uso delle mascherine ai cittadini. Personalmente, seppur rispettoso di tali decisioni, ritengo che la questione non sia di competenza nostra ma della Regione se non del Governo, avendo loro un supporto scientificico adeguato ed essendo una loro materia. Come in altre situazioni occorrerebbe una scelta omogenea: assurdo che i comuni si muovano in ordine sparso, con il rischio che ci sia l’obbligo in uno e a poche centinaia di metri, in quello limitrofo, no”.

Il primo cittadino tiene però a sottolineare l’importanza di tali dispositivi di protezione personale invitando, ma non obbligando, i propri cittadini a utilizzarli nei luoghi pubblici: “Premesso che la regola principale rimane sempre quella di stare a casa ritengo utile l’utilizzo delle mascherine o di qualsiasi altro strumento utile a coprire naso e bocca per ridurre possibili contagi da parte di chi accede agli esercizi commerciali per necessità” dichiara Arboscello.

Ed ecco che insieme alla sua amministrazione ha deciso di fornire una mascherina a ciascun residente, cosa possibile grazie alla donazione all’amministrazione da parte di una ditta di Verbania, la Bacchetta srl, che ha riconvertito la produzione, la cui titolare è affezionata a Bergeggi frequentandolo abitualmente nella stagione estiva: “Da domani partiremo con la distribuzione. Una mascherina ogni cittadino, per salvaguardare la sua salute e quella di chi gli sta accanto. Nessun obbligo ma più che un consiglio, auspicando un buon senso di responsabilità come dimostrato dai bergeggini fino ad oggi. E se dovesse arrivare l’obbligo da parte della regione, come già in Lombardia, i miei cittadini sarebbero già pronti” prosegue il sindaco.

Che tiene anche a sgomberare il campo da eventuali polemiche: “Queste mascherine ricevute in donazione non sono dei dispositivi medici ma servono come semplice protezione per le persone comuni. Non sarebbero state utili al personale sanitario dei nostri ospedali altrimenti non avrei esitato un istante nel donarle ai mosocomi savonesi. Per loro abbiamo provveduto ad una raccolta di materiale idoneo, che verrà consegnato nei prossimi giorni” conclude Arboscello.

Il sindaco ringrazia il gruppo comunale di Protezione Civile per essere sempre disponibile e pronto nel fornire servizi alla cittadinanza.
“Un ringraziamento di cuore alla Protezione civile e all’azienda Bacchetta di Verbania per la donazione. Saremo lieti di riabbracciare e ringraziare la titolare dell’azienda che ha mostrato grande attaccamento al paese al più presto” dichiara il Sindaco.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SULL’EMERGENZA

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.