IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bavaglini ai neonati liguri, Vaccarezza: “Polemica assurda. Perché si tace sui 17 mln di Cig scippati ai lavoratori liguri?”

"Sono dono di un'azienda privata, un segnale di speranza, coraggio e rinascita in questi giorni bui. Apriti cielo"

Liguria. “Continuate a tenere la testa sotto la sabbia. Il vostro problema più grosso, e sottolineo vostro, è la dimostrazione di quanto Regione Liguria stia dando prova di capacità di reazione e competenza nell’affrontare questa emergenza. Lo ha fatto fin dall’inizio e questo a voialtri non va proprio giù”. Attacca senza mezzi termini i rivali politici e soprattutto i detrattori a tuttto campo dell’azione della Regione Liguria durante l’emergenza Covid-19 il capogruppo di Cambiamo Angelo Vaccarezza.

“Questi giorni stanno dando ulteriore conferma di quanto l’alleanza fra il PD e i 5 Stelle si inadeguata a trovare formule efficaci per portarci fuori dalla crisi – nota Vaccarezza – Questo accade non solo a livello nazionale, ma anche qui nella nostra Liguria, per il singolare modo scelto dai compagni autoctoni di essere vicino ai Liguri. La certezza è che sia al Governo, che all’opposizione, PD e 5 Stelle hanno fatto dell’inadeguatezza il proprio stile di vita. Realmente ragazzi, non è possibile buttare così tanto fango sul lavoro altrui. Non è possibile che la vostra ‘sopravvivenza’, perché di questo si tratta, passi attraverso le fake news che diffondete, distorcete la realtà in maniera imbarazzante: affetti da schizofrenia patologica e dall’ossessione che ormai avete mai confronti gi Giovanni Toti”.

Vaccarezza fa poi “uno dei tanti esempi” e cita Franco Vazio: “L’onorevole Vazio annuncia che il governo sta lavorando ad un provvedimento che permetta la riapertura di determinati settori, in modo particolare le opere propedeutiche all’organizzazione della stagione balneare, cosa già predisposta e firmata dal presidente Toti e dai ieri a mezzanotte in vigore. Ma alla notizia della firma insorgono i Piddini genovesi dicendo che è un gesto sconsiderato, che consentire di andare a verniciare le cabine, bagnate l’orto e tagliare il prato, compromette il futuro del paese. Risultato: delle parole di Vazio non vi è più traccia, salvo i comunicati inutilmente polemici del giorno prima. In sintesi: la linea di aiuto e sostegno del PD ligure alla nostra gente è una, ed ha una parola d’ordine: Toti, sbagli! Come fai fai, ma Toti sbagli! Toti è in ufficio? Sbagliato, dovrebbe andare a vedere com’è la situazione negli ospedali! Toti va in ospedale? Sbagliato, deve stare in ufficio, cosa a fare in giro propaganda? Toti compra le mascherine? Sbagliato, la Regione Liguria non deve intromettersi nel grande piano di organizzazione nazionale che ci darà quanto necessario! Non arrivano le mascherine del Governo? Come mai Toti non ha comprato prima le mascherine? Toti dice che alcune lavorazioni possono, rispettando tutte le prescrizioni ripartire? Sbagliato, è troppo presto! Toti dice che alcuni comparti devono aspettare? Sbagliato, diventa tardi! E gli esempi potrebbero essere tanti altri”.

Vaccarezza si concentra poi sulla questione riguardante i bavaglini che saranno inviati a tutti i neonati liguri per le festività pasquali: “La polemica di ieri è la più assurda di tutte. Giovanni Toti invia dieci bavaglini ad altrettanti nuovi nati a Pasqua. Sono dono di un’azienda privata, un segnale di speranza, coraggio e rinascita in questi giorni bui. Apriti cielo. Le accuse volano lanciate con la fionda. Nessun cenno invece, guarda un po’, sui diciassette milioni di euro della Cig che il Governo ha scippato dalle tasche dei lavoratori liguri. Bravi, un applauso”.

“Sui test sierologici siamo avanti, ma meglio parlare di bavaglini, per non correre il rischio che qualcuno faccia qualche domanda sull’ospedale ‘Palazzo Chigi’. Per non parlare, ma qui spero che la magistratura faccia il suo lavoro, del motivo per cui due regioni a caso, Emilia Romagna e Toscana, abbiano ricevuto tre volte e due volte il numero di presidi necessario e la Liguria nemmeno quello che le spettava. Perché non siamo una Regione comunista? Rassegnatevi , non lo saremo mai più”.

“Un ultimo argomento, a testimonianza del fatto che il vostro livore verso ciò che non è come volete voi si esplica nelle cieche affermazioni che fate sui social. Il governatore Toti ha detto che si deve votare alla fine di giugno o a luglio. Ha semplicemente detto che in questo momento è prematuro rinviare di cinque mesi le elezioni. Aspettiamo, se non ci sarà la possibilità non voteremo, se invece sarà possibile lo faremo. È lingua italiana, è semplice da capire. Mi chiedo, piuttosto quale sia il motivo dietro tanta paura di affrontare una sfida elettorale. In democrazia il giudizio della gente è quello che governa e decide chi deve rappresentare il popolo. Noi il giudizio della gente non lo temiamo, sappiamo bene come abbiamo lavorato in questi anni, quanto impegno abbiamo speso nel raggiungimento dei nostri obiettivi. Forse il vero motivo del vostro voler procrastinare il giorno in cui i Liguri dovranno scegliere da chi essere rappresentati, è ben spiegato nell’immagine qui sotto. Tanti auguri”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.