IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albissola, il presidente della Croce d’Oro e la centrale operativa ringraziano i volontari: “Fantastici”

“Nonostante le loro e le nostre paure, si sono messi in gioco fidandosi di noi e di quello che facevamo”

Albissola Marina. È passato più di un mese dall’inizio dell’emergenza Coronavirus e, in questo periodo, i volontari della Croce d’Oro di Albissola Marina non si sono mai risparmiati. 

Per questo motivo, il presidente Alessio Salis e i ragazzi della Centrale Operativa (Giulia e Giulio) hanno deciso di ripercorrere i frenetici eventi di quest’ultimo mese e di rivolgere un sentito ringraziamento ai volontari. 

“Un giorno di ordinaria amministrazione in Croce d’Oro sentiamo squillare il telefono come tante altre volte, – così inizia il racconto. – Ci viene comunicato che il problema Covid 19 sembra più grave di quello che sentiamo in tv e che era meglio farsi trovare pronti e quindi di allestire un mezzo dedicato a questo tipo di interventi. Era il 21 febbraio. Da quel giorno è stato un turbine di eventi”. 

“Informazione e formazione continua su come affrontare al meglio l’emergenza, la ricerca incessante di Dispositivi di Protezione individuale, allestire al meglio la sede (area vestizione e svestizione, sanificazione divise, centrale operativa, sala militi ecc). Ormai è passato più di un mese e siamo passati da un mezzo allestito ad avere tutti e sette i nostri mezzi allestiti per il Covid 19 e due automediche perchè alle urgenze si sono nel tempo aggiunte dimissioni e trasferimenti”.

“Il 13 marzo inizierà anche un’altra nostra iniziativa, in collaborazione con il Comune, chiamata Telefono d’Oro. Il trasporto di farmaci e spesa alle persone di Albissola Marina che ne necessino. Ovviamente a titolo gratuito. Ad oggi abbiamo risposto a più di 100 richieste”.

“Tutto questo non sarebbe stato possibile in nessun modo senza l’apporto incessante dei nostri fantastici ragazzi/e di tutte le età. Ognuno per le proprie capacità, chi affronta le urgenze: chi fa i trasferimenti, chi cucina, chi mette in ordine, chi sanifica. C’è da fare veramente per tutti. E a loro noi dobbiamo dire il più grosso dei grazie possibile. Forse ogni tanto lo diamo per scontato, ma oggi più che mai è giusto ringraziarli. Tutti volontari, che nonostante le loro e le nostre paure, si sono messi in gioco fidandosi di noi e di quello che facevamo”. 

“Ci vorrà del tempo perchè tutto torni come prima, ma noi sicuramente ne usciremo con la sicurezza di avere al nostro fianco delle persone speciali, di cui forse a volte non ci eravamo accorti, che ci supportano, sopportano e aiutano. Forza, andiamo avanti uniti in questa missione, non molliamo”, hanno concluso Alessio, Giulia e Giulio dalla Centrale Operativa. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.