IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga: circa 600 richieste per i buoni spesa, il Comune inizia la distribuzione

Il Comune: "Numero molto alto di domante, cerchiamo di dare risposta rapida"

Più informazioni su

Albenga. Da ieri è iniziata ad Albenga la consegna delle autocertificazioni per la richiesta dei buoni spesa riservati alle persone e alle famiglie che, a causa dell’emergenza Coronavirus, stanno vivendo un momento di particolare difficoltà economica.

Presso l’ufficio Protocollo del Comune di Albenga (sito al piano terra di Piazza San Michele) e presso il palazzo Ester Siccardi di Viale Martiri 1 la coda si è formata rapidamente e l’afflusso di persone è stato continuo. “Le operazioni si sono svolte nel massimo della tranquillità – fanno sapere dal Comune – i cittadini hanno mostrato grande senso civico mantenendo le distanze di oltre un metro uno dall’altro e rispettando il turno di arrivo”.

Solo nella giornata di ieri le domande arrivate (sia tramite e-mail che in formato cartaceo) sono state circa 600. “Gli uffici hanno lavorato con grande impegno – fa sapere il Comune – ampliando il proprio orario di lavoro per riuscire a dare una risposta a tutti i cittadini nel più rapido tempo possibile, e già nel pomeriggio, dopo una rapida istruttoria delle prime domande, si sono riusciti a distribuire i primi buoni spesa”.

Nei prossimi giorni continuerà la consegna e il ritiro delle autocertificazioni e, contestualmente, proseguirà la consegna dei buoni. Coloro che hanno presentato la domanda verranno ricontattati indicativamente nelle 24 ore successive (telefonicamente o per e-mail) per fissare un appuntamento per il ritiro dei buoni spesa e evitare così code e attese.

“Il numero delle domande che abbiamo ricevuto è molto alto – afferma l’assessore al sociale Simona Vespo – questo evidenzia una grave difficoltà vissuta dalle famiglie e dai cittadini che a causa dell’emergenza Coronavirus hanno subito ripercussioni economiche non potendo svolgere la propria attività e rimanendo senza lavoro. La nostra amministrazione sta cercando di dare una rapida risposta a tutti. Voglio ringraziare i nostri uffici che stanno lavorando senza sosta proprio per questo obiettivo. Ricordiamo che i buoni spesa non sono riservati ai titolari di Partita Iva che potranno accedere ad altra tipologia di aiuto stanziato dallo Stato”.

“I numeri delle persone che si trovano in difficoltà è davvero molto alto – sottolinea il sindaco Riccardo Tomatis – proprio per questo speriamo che arrivino presto anche altri contributi da parte dello Stato, almeno fino al termine di questa emergenza. Successivamente speriamo che le attività del nostro territorio possano ripartire creando un indotto lavorativo in grado di ricollocare tutti coloro che oggi vivono questa difficoltà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.