IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ad Albenga si studia con Confcommercio un piano per affrontare al meglio la Fase 2

Si pensa alla possibilità di ampliare l'occupazione di suolo pubblico anche in zone non direttamente prospicienti la propria attività

Albenga. “A soffrire particolarmente le conseguenze economiche derivanti dalla necessaria chiusura delle attività commerciali sono stati i bar e i ristoranti che, verosimilmente, anche durante la seconda fase di questa emergenza dovranno attenersi alle norme relative al distanziamento sociale”. A comunicarlo l’amministrazione di Albenga.

“La diretta conseguenza per loro sarà quella di dover ridurre i posti a sedere nei locali e garantire le distanze di sicurezza tra gli utenti, cosa non sempre facile in spazi in alcune volte ristretti come ad esempio, ma non solo, quelli dei locali del centro storico – aggiungono – Questo cosa comporterà? Per alcuni probabilmente la riduzione (anche della metà) dei clienti”.

“Per ovviare a questa problematica, che inevitabilmente comporterebbe una netta diminuzione delle entrare dei gestori delle attività già fortemente provati dai mesi di ‘chiusura forzate’, il Comune in stretta collaborazione con Confcommercio e con le associazioni del settore sta valutando la possibilità di permettere alle attività che occupano suolo pubblico di ampliare lo spazio occupato senza alcun aumento sulla tassazione e alle attività che non occupano in questo momento suolo pubblico di poterlo fare, tutto questo anche in aree non direttamente prospicenti la propria attività”.

“Al momento stiamo valutando questa opzione insieme agli uffici, a Confcommercio e alle associazioni del settore – affermano gli amministratori – al fine di valutare le varie opzioni e le eventuali problematiche da risolvere. Naturalmente sarà indispensabile che queste occupazioni di suolo pubblico avvengano seguendo determinate caratteristiche, sia funzionali (per garantire ad esempio la sicurezza e il passaggio) che estetiche”.

Non vogliamo certamente un’accozzaglia di tavolini e sedie, ma riteniamo che, anche grazie alla grande professionalità dei nostri commercianti, riusciremo a trovare la soluzione migliore per la città e il per suo rilancio turistico ed economico – specificano dall’amministrazione comunale ingauna – Il nostro intento è quello di andare incontro alle categorie commerciali particolarmente colpite, il tutto, naturalmente, sempre attenendoci alle normative vigenti”.

“Naturalmente – concludono – tale possibilità sarà concessa ai commercianti su tutto il territorio comunale, mentre sono al vaglio altre misure per andare incontro ed aiutare le altre categorie commerciali in difficoltà”.

In occasione, Lorenza Giudice di Confcommercio  “A causa dell’emergenza Covid19 quella che è la peculiarità e la bellezza di molte delle nostre attività, cioè quella di essere delle meravigliose piccole bomboniere, rischia di essere un problema. Per questo, insieme al Comune di Albenga, stiamo muovendo i passi necessari per valutare la possibilità di ottenere o ampliare gli spazi in esterno senza un aumento degli oneri di pagamento del suolo pubblico”.

“I prossimi passaggi per portare avanti questa iniziativa, che ha già iniziato il suo percorso ufficiale, saranno quello di una valutazione dettagliata delle normative inerenti questa materia – aggiunge Giudice – Siamo pronti a portare il punto di vista della nostra categoria attraverso suggerimenti e valutazioni concrete concordando, in sinergia, le soluzioni migliore per supportare i commercianti garantendo la sicurezza e le caratteristiche del contesto nel quale siamo”.

“Albenga è bellissima, le sue piazzette devono essere valorizzate, sono certa che troveremo il modo per farlo al meglio permettendo al contempo ai nostri commercianti di lavorare al meglio” conclude Lorenza Giudice di Confcommercio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.