IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In fuga dalla Germania, pluriomicida arrestato ad Andora

Intercettato a Diano Marina, è stato bloccato dalla polizia stradale nei pressi del casello di Andora

Più informazioni su

Andora. Nella mattinata di ieri la polizia stradale di Imperia ha tratto in arresto un cittadino bosniaco residente in Germania, che si era reso responsabile nei giorni scorsi di un triplice omicidio e, pertanto, destinatario di un mandato di arresto europeo. Si tratta di Ajdin Vejsic, 30 anni, di origini bosniache, nato a Doboj (Bosnia ed Erzegovina), residente a Holzgerlingen in Germania.

È il presunto autore di un triplice omicidio avvenuto mercoledì scorso in un appartamento di Buhlenstrasse nel paese di Ludwigsburg situato a 17 chilometri da Stoccarda. In una lite con i vicini di casa il trentenne ha accoltellato una ragazza di 27 anni, Tina W., il fidanzato Stefan H., di 33 e il padre Bernd H. di 62.

Verso le 8, un pattuglia della Sottosezione di Imperia Ovest giunta in corrispondenza di un cantiere, nel territorio del Comune di Diano Marina, ove la circolazione si svolgeva a doppio senso, ha incrociato l’autovettura Renault Megane, di colore grigio oggetto di ricerca in ambito europeo, condotta dal soggetto pluriomicida ricercato la cui descrizione era stata diramata a tutte le pattuglie in provincia. E’ stata, quindi, informata la sala operativa e contestualmente allertata l’altra pattuglia presente in autostrada, che si trovava ad Andora.

Dopo un breve inseguimento, il veicolo intercettato è stato bloccato nei pressi del casello di Andora, dove si è proceduto all’identificazione del conducente. Nel corso delle operazioni, il bosniaco, in lingua inglese, improvvisamente ha riferito di sua spontanea volontà di aver accoltellato tre suoi conoscenti in Germania, per una banale lite, sorta per problemi di vicinato.

Sono stati quindi esperiti i rituali accertamenti, dai quali è emerso che era destinatario di un provvedimento, di arresto, ai fini dell’estradizione, inserito dalla Germania il 19 marzo, poiché indagato per triplice omicidio in territorio tedesco. Nel frattempo, si è appurato che lo straniero aveva fatto ingresso in ambito autostradale alle 18.49 del 19 marzo attraverso il casello di Ventimiglia, per poi pernottare, a bordo del proprio veicolo, presso l’area di servizio di Conioli, nel territorio del Comune di Santo Stefano al Mare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.