IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Decreto Coronavirus, weekend di controlli nel savonese: turisti “osservati speciali”

È "caccia" ai potenziali trasgressori del decreto #iorestoacasa

Provincia. Il weekend è arrivato e in provincia di Savona è salito il livello di attenzione delle autorità per il probabile afflusso di turisti provenienti dal nord Italia nonostante il decreto – firmato dal premier Giuseppe Conte – per far fronte all’emergenza Coronavirus.

Attualmente, almeno nel savonese, la situazione sembra tranquilla. Non mancano, tuttavia, le eccezioni, come a Borghetto Santo Spirito, dove alcuni residenti hanno riferito al comune di persone arrivate nel corso della notte. Ora sono in corso i controlli di carabinieri e polizia municipale per verificare le segnalazioni; nel frattempo, per ridurre ulteriormente i rischi di contagio, il sindaco Giancarlo Canepa ha chiuso i parchi pubblici e la passerella panoramica.

Ad Alassio, ossia la località che a fine febbraio ha ospitato il primo “cluster” ligure con un gruppo di turisti lombardi in albergo, oggi non sembrano esserci arrivi non consentiti: “Qualche seconda casa sicuramente è occupata, ma nei limiti della tolleranza – spiega il vicesindaco reggente Angelo Galtieri – Nessun ‘assalto’, o almeno noi non lo abbiamo percepito: se sono arrivati si sono chiusi all’interno e non girano per la città”. A Laigueglia sono in corso controlli della polizia municipale “ma al momento – afferma il sindaco Roberto Sasso Del Verme – la situazione sembra essere tranquilla”. “Fortunatamente è improbabile che i turisti arrivino – fa eco il primo cittadino di Albissola Marina, Gianluca Nasuti – ormai i controlli sono attivi e diffusi, chi prova a venire qui in treno o in autostrada viene rimandato a casa”.

A Borgio Verezzi, realtà di richiamo turistico dal ponente ligure,  durante i controlli effettuati dalla Polizia Municipale non sono stati riscontrati turisti di passaggio, ma solo residenti e lavoratori.

Anche nell’entroterra ligure, zona ricca di seconde case, i controlli non si fermano. A Calizzano, località a vocazione turistica situata sulle colline savonesi, nei giorni scorsi sono stati effettuati dei controlli nelle seconde case da parte della Polizia Municipale in collaborazione con i Carabinieri, la Forestale e gli amministratori comunali stessi, i quali ricevono preziose informazioni sia dai cittadini che dai commercianti.

Controlli sono comunque in corso in tutta la Riviera, da Laigueglia a Finale Ligure, e non solo legati al possibile arrivo di turisti: ad Albenga controllate almeno 60 attività commerciali e locali che ospitano slot machines, e la polizia municipale controlla ogni giorno almeno 150 tra veicoli e pedoni.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SULL’EMERGENZA

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.