IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Costa Luminosa: terminate le visite mediche di italiani e svizzeri, inizia lo sbarco fotogallery

Poi toccherà agli altri stranieri, Caprioglio: "Spero concludano entro 48 ore, dopo la nave non potrà restare qui"

Agg. ore 18.30 – Sono terminate le visite mediche degli ospiti italiani (165) e svizzeri (87). Sono dunque questi i primi due gruppi a sbarcare dalla Costa Luminosa. Gli italiani verranno riportati alle loro residenze da mezzi attrezzati della Croce Rossa Italiana, la Svizzera ha inviato a sua volta i veicoli per recuperare i cittadini elvetici. Lo sbarco di questi due gruppi terminerà domani mattina, poi si proseguirà con le altre nazionalità.

costa luminosa sera notte

Savona. E’ terminato poco dopo le 14 il ciclo di incontri in Prefettura a Savona per decidere gli ultimi dettagli su come gestire lo sbarco dei 718 passeggeri a bordo di Costa Luminosa, arrivata sotto la Torretta questa mattina all’alba. Sulla nave si trovano 716 passeggeri (di cui 165 italiani) e circa 800 membri di equipaggio (126 italiani). Le persone sintomatiche e attualmente in isolamento obbligatorio sono 84, mentre ieri sono state sbarcate a Marsiglia le ultime persone risultate positive al Coronavirus.

Dopo la prima riunione, iniziata alle 8.30, ne sono seguite altre due, tutte in videoconferenza, con la partecipazione del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, della vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale, dell’assessore alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone e del sindaco di Savona Ilaria Caprioglio. In collegamento anche rappresentanti dell’Unità di crisi nazionale, del ministero degli esteri, della Questura di Savona e di Costa Crociere.

Nel frattempo in mattinata, mentre venivano scaricati i bagagli, gli uomini dell’Ufficio di Sanità Marittima sono saliti a bordo della nave e hanno iniziato le pratiche per stabilire se rilasciare la “Libera pratica sanitaria” (LPS), ossia l’autorizzazione a iniziare le operazioni di sbarco.

Da poco sono iniziate le visite mediche per i 165 passeggeri italiani, che saranno i primi a scendere dalla nave dato che il loro rientro alle residenze, seppure in condizioni di sicurezza, è il più semplice da organizzare. E’ presumibile che gli sbarchi inizino già nel pomeriggio, con i turisti che raggiungeranno il luogo di residenza grazie a mezzi della Croce Rossa per trascorrere lì la quarantena.

“Concluse le visite a bordo da parte di Usmaf – spiega il presidente Toti – i primi a partire oggi pomeriggio sui pullman dedicati saranno i liguri, insieme agli altri italiani residenti nelle regioni del centro nord mentre domani mattina partiranno i connazionali residenti nel centro-sud d’Italia”.

In seguito toccherà agli ospiti stranieri, per i quali le cose si complicano. Per ognuno, infatti, dovranno essere organizzati trasporti protetti di concerto con le autorità dei Paesi a cui appartengono. La prima nazione a dare la propria disponibilità mettendo a disposizione i mezzi per il rientro è stata la Svizzera, Paese di residenza di 87 passeggeri. Per quelli di altra nazionalità e per parte dell’equipaggio Costa Crociere sta predisponendo i transfer con bus e minivan, sempre in sicurezza secondo le stringenti normative sanitarie.

“Per gli stranieri è più difficile fare previsioni sui tempi – spiega Caprioglio – ma l’obiettivo è riuscire a completare le operazioni di sbarco entro 48 ore. Sono soddisfatta di aver tutelato la città attivandomi immediatamente martedì per avere notizie ufficiali e dare il via agli incontri di questi giorni”.

Dopo di che la nave dovrà andarsene: “Non può restare qui – puntualizza il sindaco – Oggi la Regione Liguria ha ribadito quanto già messo in chiaro prima da me e poi dal commissario straordinario di Asl 2, Cavagnaro: la nave dovrà andarsene perché le nostre strutture ospedaliere, già sature, non potrebbero farsi carico di eventuali nuovi malati provenienti dalla nave”.

Il nodo che rimane da risolvere riguarda proprio i passeggeri e i membri dell’equipaggio che, sintomatici o positivi al Covid-19, rimarranno a bordo o saranno portati in una struttura a terra idonea per la quarantena: “Abbiamo ribadito in tutte le sedi che la Liguria non può gestire da sola questa partita, né a livello sanitario né di Protezione civile – fa sapere Toti – La nostra Regione è quarta in Italia per contagi, cerchiamo di rimanere al passo e finora non siamo arrivati a dover scegliere chi curare e chi no: questa nave rischierebbe di essere la goccia che fa traboccare il vaso perché non abbiamo posti letto sufficienti né di Terapia intensiva né di Media intensità per farci carico anche di passeggeri che avessero bisogno di un ricovero in ospedale”.

“Per questo, una volta effettuati i trasferimenti dei passeggeri con i trasporti protetti, o la nave verrà spostata in un altro luogo dove ci sia una maggiore disponibilità di posti letto negli ospedali, oppure, se si rimanesse a Savona, andrà gestita con il trasporto fuori Liguria dei pazienti che dovessero ammalarsi e aver bisogno di un ricovero. Da parte nostra c’è la massima collaborazione per garantire tutte le operazioni di alleggerimento della nave nel più breve tempo possibile e con tutti i mezzi possibili”, ha concluso Toti. La prossima riunione in videoconferenza per fare il punto sulla Costa Luminosa è prevista alle ore 17.

“La compagnia – fa sapere Costa Crociere – sta garantendo massima collaborazione e disponibilità al Comitato di Crisi gestito dalla Protezione Civile e dalla Prefettura di Savona, che definirà il protocollo da seguire per le operazioni di sbarco, previste iniziare nel pomeriggio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.