IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, Toti “anticipa” il Governo: “Sindaci chiuderanno luoghi atti a creare assembramenti”

Il governatore ligure ha firmato la nuova ordinanza: sarà in vigore fino al prossimo 3 aprile

Regione. Lo aveva annunciato nel pomeriggio e lo ha fatto a distanza di circa un’ora. Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti ha firmato una nuova ordinanza regionale con le “misure ulteriori e più restrittive per il contenimento del coronavirus”.

Sarà valida nel weekend ma, come spiegato dallo stesso Toti in conferenza stampa, “se il Governo non interverrà entro il finesettimana con nuove misure, le disposizioni regionali saranno in vigore fino al 3 aprile”. 

“In attesa di ulteriori misure che il Governo vorrà eventualmente prendere, ho firmato l’ordinanza, valida fino al 3 aprile, per chiedere ai sindaci liguri di individuare e chiudere i luoghi atti a creare potenziali assembramenti di qualsiasi genere (a loro discrezione e con possibilità di variare le aree interdette per i giorni festivi e feriali) e ribadire il divieto assoluto per tutti di recarsi nelle seconde case. Rispettare le regole e fare ciascuno la propria parte è fondamentale, adesso più che mai”, ha spiegato Toti. 

“A scegliere le zone da chiudere saranno i sindaci stessi, che conoscono abitudini dei cittadini nei propri territori. Negli ultimi giorni abbiamo registrato ancora assembramenti di persone, che sono uscite a passeggiare così come il numero di decessi e ricoveri è aumentato: rischio troppo elevato, non ce lo possiamo permettere”. 

“Inoltre, nel weekend, nessuno per nessun motivo deve raggiungere le proprie seconde case. Inoltre, si è discusso anche pochi minuti fa con altri presidenti di regione sulla possibilità di chiudere domenica supermercati e alimentari: potrebbe essere di sostegno alle persone che nelle strutture lavorano, è vero, ma cambiare in corsa di nuovo gli orari comporterebbe senza dubbio una corsa all’acquisto di generi alimentari e altri beni creando nuovi assembramenti: non avere luoghi affollati è la priorità assoluta”.

Il documento firmato dal presidente Toti “ordina ai sindaci dei comuni liguri di individuare luoghi ritenuti idonei a potenziali assembramenti. Dalla mezzanotte di oggi  alla mezzanotte del 3 aprile saranno vietati la presenza e gli spostamenti di persone fisiche secondo le modalità e nell’arco temporale stabilito dai sindaci stessi con proprie ordinanze. Infine, vietato, dalla mezzanotte di oggi alla mezzanotte del 3 aprile, lo spostamento di persone fisiche dalla loro residenza presso le seconde case”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.