IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, l’Oms “smentisce” l’Italia: “Se potete, uscite di casa per fare attività fisica”

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità passeggiate e corse, se fatte con buon senso, sono un "presidio sanitario"

Liguria. Una piccola guida con alcuni consigli per gestire il proprio stato di salute psico-fisica in questo periodo di isolamento domestico forzato: tra questi anche quello di uscire di casa, ove consentito, per fare attività fisica.

A dirlo l’Organizzazione Mondiale della Sanità in una comunicazione ufficiale delle scorse ore: “Durante questo momento difficile, è importante continuare a prendersi cura della propria salute fisica e mentale. Questo non solo ti aiuterà a lungo termine, ma ti aiuterà anche a combattere COVID-19, in caso di contagio”.

Un’impostazione che in qualche modo potrebbe sembrare stridente rispetto a quanto invece impostato dall’Istituto Superiore di Sanità italiano. Nel Belpaese, anzi, sembra crescere un vero e proprio “allarme sociale” che prende di mira abitudini come la corsa e la passeggiata. In teoria concesse dai decreti del Governo ma, di fatto, sconsigliate dalle stesse istituzioni e messe “sotto accusa” da molti cittadini.

Non si tratta dell’unica “differenza di vedute” tra Organizzazione Mondiale della Sanità e Istituto Superiore di Sanità italiano. Da settimane, infatti, l’Oms consiglia a tutti gli stati alle prese con il virus di procedere con ampie campagne di test e tamponi a tappeto, in primi ai sanitari e alle persone che lavorano con il pubblico, anche in assenza di sintomi, per trovare e isolare i casi postivi ma asintomatici; l’Iss, invece, ha più volte raccomandato di farlo solamente a chi presenta sintomi, possibilmente acuti. Una differenza non da poco, e che potrebbe fare la differenza.

Tra le altre “strategie per conservarsi in buona salute” è consigliato mangiare in modo sano, evitando abbuffate e cibo spazzatura per l’ansia, 
evitare alcool e bevande gassate, non fumare, se si lavora da casa cercare di non mantenere la stessa posizione tutto il giorno e fare pause di tre minuti ogni trenta. E poi fare attività fisica: dai 30 ai 45 minuti al giorni, gli adulti, almeno un’ora per i ragazzi, e “Se le linee guida locali o nazionali lo consentono uscite per una passeggiata o per una corsa, mantenendo le distanze di sicurezza dagli altri”.

“E’ normale sentirsi spaventati, cerca di parla con persone di cui ti fidi e mantenere i contatti con i mezzi possibili, aiuta la tua comunità con volontariato o anche solo facendo la spesa a chi non può uscire. La compassione è una “medicina”. Leggi, ascolta musica, cerca di rilassarti e se cerchi notizie fallo da fonti affidabili”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea Albero

    L’articolo è impostato in maniera falsa: il WHO non smentisce affatto l’Italia, infatti dice testualmente:

    IF YOUR LOCAL OR NATIONAL GUIDELINES ALLOW IT, go outside for a walk, a run or a ride, and keep a safe distance from others. If you can’t leave the house, find an exercise video online, dance to music, do some yoga, or walk up and down the stairs.

    Ovvero, l’attività fisica è consigliata nella misura dettata dagli Stati. Cavolo, è pure la fonte che citate voi!

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.