IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, il Comune di Alassio: “Ecco l’iter per accedere ai buoni pasto”

Il vicensidaco: "L'obiettivo è ridurre al minimo essenziale i tempi di erogazione"

Più informazioni su

Alassio. Da mercoledì 1° aprile verrà pubblicato sul sito del Comune di Alassio il bando e la possibilità di presentare subito le richieste per i buoni spesa.

“Quello che partirà già nella giornata odierna è un avviso a tutti gli esercizi commerciali attivi per verificare la disponibilità a ricevere i buoni spesa”, spiega l’amministrazione comunale alassina.

“Contestualmente stiamo predisponendo un avviso alla cittadinanza che sarà pubblicato già nel corso della giornata di domani. I buoni saranno erogati a seguito di specifica domanda con priorità a quanti si trovano nell’assoluta mancanza di qualsivoglia reddito. Successivamente potranno accedere anche coloro già destinatari di altra forma di sostegno (reddito di cittadinanza, cassa integrazione…)​” riprende la giunta comunale, che ha approvato le linee di indirizzo per l’erogazione dei fondi annunciati dal Governo nell’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 658 del 29 marzo scorso.

“Il riconoscimento degli aventi diritto che non hanno alcun mezzo di sostentamento è piuttosto semplice – spiegano – e saranno i primi a beneficiarne, mentre per gli altri occorre individuare parametri utili a determinare una graduatoria. In ogni caso da domani – pubblicato il bando sul sito comunale – sarà possibile presentare subito domanda con un’autocertificazione che potrà essere presentata ai Servizi Sociali sia per email, sia direttamente al Comune, previo contatto telefonico (0182 602455​) per fissare un appuntamento, in modo da evitare assembramenti”.

“L’assessorato al volontariato sta anche valutando di collaborare per il ritiro e la consegna delle istanze per coloro che hanno difficoltà a raggiungere il Comune – aggiunge l’amministrazione – ma al momento si tratta di un servizio ancora in via di definizione. Si raccomanda invece a chi è in grado di usare i sistemi informatici di scaricare la domanda dal sito e inviarla via e mail, per non esporsi a contatti in questo delicato momento”.

“Come avevamo detto parliamo di uno stanziamento complessivo di euro 56.986,51. Ci consentirà di erogare dei buoni spesa una tantum di 150 euro a nuclei con una persona sola più un’ulteriore somma di 75 euro per ogni componente del nucleo stesso. Un esempio: un nucleo di 4 persone percepirà 375 euro” specificano.

​In occasione, il vicesindaco di Alassio Angelo Galtieri commenta: “L’obiettivo è ridurre al minimo essenziale i tempi di erogazione una volta presentata la domanda, valutata l’erogazione sarà quasi immediata. L’utente riceverà il bonus e potrà spenderlo negli esercizi convenzionati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.