IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus: “Dovete lasciare la casa”, ma non è vero. Occhio alla truffa del falso volantino

È apparso in numerose città italiane e anche nella nostra Provincia: nota ufficiale della polizia di Stato

Regione. “Si invitano gli eventuali non residenti di questo edifico a lasciare le abitazioni ospitanti, per rientrare nel loro domicilio di residenza”. É questo l’incipit di un volantino, corredato persino da una presunta intestazione del Ministero dell’Interno, che ha iniziato a circolare in tutta la Nazione, con segnalazioni che ci sono arrivate anche da alcuni Comuni del savonese. 

Manifesto falso ministero Coronavirus

Il manifesto prosegue parlando di “controlli a domicilio” con tutta una lunga serie di documenti elencati da mostrare agli eventuali incaricati che dovessero recarsi a casa. Nulla di più falso, si tratta di una truffa, come testimoniato anche direttamente dalla Polizia di Stato, che ha diramato una nota per mettere in guardia tutti i cittadini. 

“Si è diffuso in questi giorni, in molte province italiane, – si legge sul sito ufficiale della Polizia di Stato, – un volantino falso scritto su carta intestata del ‘Ministero dell’Interno-Dipartimento della Pubblica Sicurezza’, con il logo della Repubblica Italiana”.

“Il falso volantino, che in alcune città è stato trovato affisso negli androni dei palazzi e sui muri dei quartieri, invita eventuali non residenti degli stabili a lasciare le abitazioni che li ospitano, per rientrare nel proprio domicilio di residenza, perché sarebbe in corso l’attività di controllo delle autorità”.

“Riporta anche l’obbligo di presentare, a richiesta, la documentazione di affitto della casa e i propri documenti con foto. Vi invitiamo a fare attenzione. Potrebbe essere l’astuta mossa di qualche malintenzionato per entrare nelle le case in questo periodo di emergenza per covid-19”.

“Chiunque si imbatta in simili volantini è pregato di segnalarne la presenza alle Forze di polizia e di non seguire le indicazioni in essi contenute”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.