IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tutto pronto per il nuovo viadotto A6, vertice in Prefettura: rimane il piano di allerta fotogallery video

Stop alla circolazione per superamento delle soglie di mobilizzazione della frana: chiesto intervento di messa in sicurezza

Savona. Ultimi dettagli operativi in vista della riapertura del viadotto della A6, in programma per sabato prossimo e precedeuta venerdì dall’inaugurazione ufficiale alla presenza del ministro Paola De Micheli.

Viadotto A6 Impalcato

Questa mattina vertice in Prefettura a Savona, alla presenza degli enti che hanno sottoscritto il “Piano Speditivo della viabilità del tratto Sud dell’Autostrada A6 (nel tratto tra i caselli di Altare e Savona) a seguito della frana in località Madonna del Monte”: presenti la Regione Liguria, il Comune di Savona, l’Università di Firenze, la Fondazione Cima e l’Autostrada dei Fiori), la Provincia di Savona e i vertici delle Forze di Polizia e dei Vigili del fuoco.

E’ stata manifestata la più viva soddisfazione alla società Autostrada dei Fiori per la rapidità con cui ha ricostruito il viadotto abbattuto dalla colata fangosa il 24 novembre scorso, determinando così le condizioni per la migliore ripresa dei flussi di traffico sia della popolazione di questo territorio, sia anche per le attività economiche e del turismo.

L’apprezzamento è stato esteso anche alle maestranze che, con determinante efficienza, hanno contribuito alla ricostruzione del viadotto.

Nel corso della riunione la società Autostrada dei Fiori ha dato ampie assicurazioni sul fatto che la riapertura della carreggiata Nord avverrà in condizioni di sicurezza in quanto il nuovo viadotto non poggia su piloni esposti ad un’eventuale riattivazione della frana.

Per quanto riguarda la carreggiata Sud dell’Autostrada, è stato preso atto della necessità di mantenere in vigore il Piano di allertamento attivato subito dopo l’evento franoso del 24 novembre 2019, che ha consentito, grazie ad un sofisticato sistema radar e di sensori, la percorribilità in sicurezza del viadotto ancora esposto a rischio.

Il Piano è stato quindi aggiornato in alcune prescrizioni, tenendo conto della nuova situazione che si verrà a determinare con la riapertura della carreggiata Nord, ed è stato sottoscritto dagli Enti interessati.

La novità consiste nel fatto che l’eventuale sospensione della circolazione nella carreggiata Sud potrà avvenire esclusivamente in caso di superamento delle soglie pluviometriche e/o di mobilizzazione della frana e non più, come previsto nel precedente Piano, anche a seguito dell’emissione di allerta metereologica arancione o rossa da parte della Regione Liguria.

Al termine della riunione si è inoltre concordato sull’esigenza di una rapida stabilizzazione del versante franoso, al fine di dare definitiva soluzione alla situazione di criticità determinata dal dissesto.

Al riguardo il Prefetto Antonio Cananà ha suggerito di prendere in considerazione le opportunità offerte, in termini di riduzione dei tempi, di disponibilità di risorse finanziarie, dalla dichiarazione dello stato di emergenza emanata dal Governo proprio per l’eccezionale maltempo del 23-24 novembre 2019, azionando quindi un intervento di messa in sicurezza del versante.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.