IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Turismo crocieristico, Lunardon (Pd): “Toti si prende meriti anche quando non ha avuto ruoli”

"Esulta per i dati di confindustria ma il grande passo avanti per la Liguria sta nel passaggio dalla recessione alla stagnazione"

Regione. “Lo sforzo continuo profuso da Toti nel trovare un qualsiasi dato positivo da sbandierare ai quattro venti è davvero encomiabile. Peccato che spesso, come nel recente caso delle crociere, citi ambiti per i quali non ha mosso un dito”. Così Giovanni Lunardon, capogruppo PD in Regione, commenta le dichiarazioni del governatore alla presentazione dell’attività di Stazioni Marittime e delle ricadute economiche per Genova e per la Liguria.

Secondo Lunardon “quello crocieristico è un settore in continua crescita da decenni in Liguria e non si deve certo a lui il fatto che le crociere siano a Genova, a Savona e alla Spezia. Non risulta nemmeno agli atti che Toti o la sua amministrazione abbiano promosso qualche intervento specifico per favorire o danneggiare le crociere. Semplicemente sono stati irrilevanti, come irrilevante è stata l’attività della sua maggioranza in ambito economico”.

“Il commento odierno sulle crociere arriva il giorno dopo i dati di Confindustria Genova sul secondo semestre del 2019. Anche in questo caso fa sicuramente piacere sapere che vi sia stato qualche passo avanti rispetto all’anno scorso, ma quell’analisi conferma quanto Banca d’Italia, Istat e la stessa Confindustria avevano detto nei mesi precedenti: di fronte al momento peggiore per l’economia genovese dovuto al crollo del ponte Morandi ad agosto 2018, oggi andiamo relativamente meglio. Più in generale passiamo dalla recessione del 2018 alla stagnazione del 2019”.

“Insomma Toti sta vantando come risultato eclatante la situazione di sostanziale stagnazione dell’anno appena trascorso, che, come conferma il bilancio di previsione dello stesso Toti, proseguirà anche quest’anno, nel 2021 e nel 2022. Se non cambiamo nulla la situazione non migliorerà neppure nei prossimi tre anni. Un buon motivo per mandare a casa un presidente di Regione che non ha fatto niente per tirare fuori dalla crisi la Liguria”, conclude Lunardon.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.