IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trofeo Laigueglia, Giulio Ciccone: “La dedico a mia mamma, la grinta l’ho presa da lei”

L'abruzzese, a fine gara, commenta il suo successo nella 57ª edizione della corsa

Laigueglia. Giulio Ciccone, classe 1994, è il vincitore della 57ª edizione del Trofeo Laigueglia. Professionista dal 2016, corre per il team Trek-Segafredo; oggi è arrivato sul traguardo in solitaria, ottenendo così il suo sesto successo tra i professionisti.

Giulio Ciccone

“Sono stato aiutato anche un po’ dalla mia furbizia – dichiara, poco dopo la premiazione -. L’anno scorso avrei sbagliato; dopo tanti richiami forse sono diventato un po’ più astuto in gara, sono contento. La condizione c’è, ho lavorato sul Teide due settimane insieme a tutto il gruppo Nibali quindi sapevo di avere una buona condizione alle spalle. Però il tratto un po’ pianeggiante dopo la discesa onestamente mi faceva un po’ paura. Però è andata bene così e sono molto soddisfatto di iniziare questa stagione con una vittoria”.

Un successo conseguito indossando la maglia della nazionale italiana. Ciccone ha parole di elogio per i compagni odierni: “Devo ringraziarli perché eravamo un gruppo di giovani, tutti molto disponibili e molto vogliosi di fare bene. Devo ringraziarli uno per uno, sicuramente avranno un gran bel futuro anche loro che sono ancora dilettanti”.

L’abruzzese, nel 2019, ha vestito per due giorni la maglia gialla al Tour de France. “Sono emozioni un po’ differenti, però per me gara è gara, che sia Laigueglia, Tour o Giro. Quando attacco il numero dietro la schiena entro in una fase di competizione, non riesco a fare a meno di andare a tutta“.

Al traguardo Ciccone ha lanciato gli occhiali al pubblico; spiega così la sua esultanza: “Questa era un po’ una scommessa che avevo con il nostro sponsor tecnico degli occhiali; è nato tutto per scherzo dal Giro dell’anno scorso quando mi hanno detto che questo era il mio gesto e ad ogni vittoria avrei dovuto lanciare gli occhiali. Li ho lanciati apposta”.

La dedica è per mia mamma Silvana, non c’è dubbio – dice Giulio -. Ci avevo già provato l’anno scorso quando sono rientrato nelle gare di fine stagione dopo la sua malattia e il mio periodo di stop, però la condizione non era al massimo, ero un po’ stanco dopo il Giro e il Tour, quindi non ero riuscito a raccogliere il massimo. Però quest’inverno ho lavorato bene, quest’anno volevo farle questo regalo e ci sono riuscito alla prima gara. Il mio carattere e la mia grinta in bici li ho presi da lei, la voglia di non mollare, di lottare sempre. Oggi sapevo che c’era la diretta, sapevo che era lì a casa che guardava, quindi ho voluto dare il massimo per lei“.

Anche Vincenzo Nibali, suo compagno di squadra, ha lavorato intensamente sull’isola di Tenerife. “Lo vedo bene, lo vedo già competitivo – spiega. Tutto il gruppo ha già un livello alto e me lo aspetto competitivo dall’inizio. Stiamo a vedere; ad inizio anno ci sono anche delle dinamiche che si devono un po’ delineare e definire. Comunque sia non c’è da allarmarsi; c’è bisogno di ritmo gara, di stare in gruppo e di trovare il feeling“.

“Avevo detto che la condizione era buona, però non sapevo esattamente com’era rispetto agli altri. Arrivavo da un lungo inverno lavorando tanto e non avevo ancora corso; gli altri avevano già corso, chi addirittura in Australia. Sapevo di stare bene, ma non sapevo com’era la condizione rispetto a quella degli altri. È andato veramente tutto come volevo, è stata la gara perfetta, senza intoppi, e sono riuscito a fare la differenza quando e dove volevo” conclude Ciccone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.