Match winner

Siani, una doppietta lancia il Savona nel derby: “Questa squadra ha un orgoglio fuori dal normale”risultati

L'attaccante elogia i compagni, parla della crescita dei biancoblù, spiega la sua evoluzione nel ruolo e racconta le sue reti

Savona. Segnando due reti, al 59° e al 77°, Giorgio Siani ha permesso al Savona di battere il Vado per 2 a 1.

Ennesima prestazione da applausi per i biancoblù, che a fronte di una crisi societaria che appare irreversibile stanno regalando ottime prestazioni sul terreno di gioco. “Questa squadra veramente ha un orgoglio dentro di sé fuori dal normale – commenta Siani -, perché quando entra in campo la domenica si dimentica tutte le problematiche di cui sappiamo tutti. Anzi, ha quel qualcosa in più che è un’unione di intenti forte, quindi quando va in campo la domenica si azzera tutto e cerca sempre di vincere le partite, perché abbiamo le possibilità di giocarcela con tutti, lo sappiamo, sia con la prima che con l’ultima. Onore a questi ragazzi, me compreso, perché siamo veramente bravi”.

Il Savona ha saputo superare anche le difficoltà legate ad un terreno in brutte condizioni, che in passato l’aveva penalizzato. “Questa squadra l’abbiamo apprezzata molto sui campi sintetici – sottolinea Siani -, soprattutto a Vado, e abbiamo visto che poteva giocare bene. Quando siamo arrivati qua al Bacigalupo abbiamo avuto difficoltà nelle prime due/tre partite; abbiamo visto tutti che facevamo fatica a trovare velocità nella manovra. Adesso, dopo un paio di mesi che giochiamo qua, possiamo dire che anche qua diamo battaglia; in trasferta anche. Abbiamo cambiato modo di affrontare la partita, perché riusciamo a stare più compatti anche quando non abbiamo palla e questa è la nostra forza: stare corti ai trenta metri per poi cercare di ripartire perché abbiamo giocatori come Stronati, Giovannini, Dinane che riescono a fare la differenza sulle fasce“.

Mister De Paola ha assegnato a Siani un nuovo ruolo. “Nelle stagioni scorse ho fatto un po’ tutti i ruoli sul fronte offensivo – spiega l’attaccante -: dalla seconda punta all’esterno sinistro e destro, ho fatto anche la mezzala. Però quest’anno sono arrivato in Serie D e volevo fare gol perché sapevo che era l’unico modo per provare a guadagnarmi un futuro importante. Mi sono calato in questo ruolo e mi sta riuscendo anche abbastanza bene: devo migliorare tanto soprattutto in copertura della palla, ma ho già fatto passi in avanti, quindi sono contento di poter giocare con la fiducia del mister che mi fa giocare ogni domenica e io ogni domenica cerco di migliorarmi perché sono qua per questo”.

Per chiudere, Siani racconta le due segnature: “Sul primo gol l’attaccante ha un vantaggio: sa già dove vuole andare. Quindi che sia sul primo o sia sul secondo può partire quel mezzo secondo prima per anticipare; poi se la palla arriva lì te la ritrovi. A Stronati, lo sto conoscendo adesso, piace dribblare, sterzare quindi spesso faccio fatica a capire quando crossa e quando rientra, quindi questa volta l’ha messa benissimo di sinistro, io ho anticipato il loro terzino e sono riuscito a metterla dentro. Il secondo gol: volevo calciare la punizione anche se ero lontano; Disabato mi ha chiesto di fare qualcosa di più ragionato; gli ho detto di farmela passare sopra la barriera che mi faccio fare il blocco da Giovannini sul primo palo. Ha messo una bellissimo, ho stoppato e calciato subito, per fortuna è entrata”.

leggi anche
Generica
Calcio
Savona, cuore oltre l’ostacolo: battuto il Vado (2-1)
Vado Vs Casale
Post partita
Savona-Vado, mister Tarabotto: “Credo che il pareggio fosse il risultato più giusto”
Papa
Dopo il derby
Savona, il direttore sportivo Papa: “Non eravamo scarsi prima e non siamo fenomeni adesso”
Savona vs Bra
Il mister
Savona, Luciano De Paola: “Stiamo parlando coi fatti, siamo una squadra tosta”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.