IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Seconda Categoria: il Priamar si illude, ma al Levratto finisce 1-2; apoteosi Vadese risultati

Cerato porta avanti i suoi che riescono a tenere fino al 40’, quando Marchi prima e Mandaliti poi permettono ai propri tifosi di festeggiare

RISULTATO: Priamar 1-2 Vadese
Savona
. Oggi allo stadio Felice Levratto di Savona (località Zinola) va in scena il match clou della quattordicesima giornata del campionato di Seconda Categoria ligure (Girone B). Le protagoniste della sfida saranno Priamar e Vadese, due formazioni che stanno lottando per lo stesso prestigioso obiettivo: la promozione. Se per gli ospiti era pronosticabile un cammino di questo tipo, lo stesso non vale per i padroni di casa, vera e propria sorpresa di questo 2020. Gli uomini di Bresci stanno realizzando un cammino straordinario e non perdono in campionato dall’ormai lontano 3 novembre. L’avversario di quella partita? Proprio la Vadese che oggi cercherà di ripetersi. 7 punti separano le due squadre, ma oggi sul campo i tifosi casalinghi (accorsi in massa) cercheranno di annullare questa differenza.

I locali allenati da Bresci per avvicinare la prima piazza si schierano con Quaranta, Cyrbja, Saturni, Colombi, Cesari (cap.), Zecca, Arrighi, Bianco, Coratella, Cerato e Spadoni

A disposizione ci sono Mandaglio, Mij, Casalinuovo, Jurato, Blangero, Costa e Velez

Gli ospiti di mister Saltarelli mandano in campo Provato, Venneri, Pulina, Cirio, Suetta, Marchi, Montalto, Ferro, Macagno, Giannone (cap.) e Enrile

In panchina si accomodano Del Prete, Appice, Paladin, Rebottaro, Mandaliti, Giacchino e Tona

Arbitra il match il signor Alberto Primoceri della sezione di Albenga

Alle 17:40 il direttore di gara fischia l’inizio della partita e la Vadese si dimostra subito pericolosa

Al 4’ ecco la prima occasione del match con Enrile che, dal limite dell’area, prova il tiro a giro: fuori di poco

Al 10’ Cerato calcia forte dalla distanza, ma Provato risponde presente

Al 15’ Colombi scatta verso la porta, ma il portiere avversario approfitta del passaggio fuori misura per uscire e bloccare il pallone

Al 24’ ancora una volta Provato anticipa il numero 4 dei locali, evitando grattacapi per la sua squadra

Al 28’ Macagno indirizza verso la porta un buon cross, ma l’arbitro ferma tutto per un precedente fuorigioco

Al 30’ mister Bresci è costretto ad operare la prima sostituzione del match: Velez prende il posto di un dolorante Arrighi

Al 32’ Montalto calcia a giro dalla distanza, ma Quaranta si allunga mantenendo la porta inviolata

Al 35’ ancora Montalto prova un piazzato da fuori, ma una deviazione di un difensore avversario manda a lato la sua conclusione

Al 41’ i locali passano in vantaggio! Cerato calcia una punizione da ottima posizione estraendo dal suo repertorio una pennellata che prima scheggia il palo e poi finisce in rete: pubblico in estasi, 1-0 Priamar!

Al 45’ c’è ancora tempo per un calcio piazzato targato Vadese: Macagno con un tiro stupendo pesca lo specchio della porta, ma Quaranta si supera e con un intervento strappa applausi mantiene i suoi avanti nel punteggio

Termina così 1-0 un primo tempo divertente e ricco di emozioni. Forse il pareggio sarebbe un risultato più corretto per i valori visti in campo, ma il fattore campo e l’incitamento dei numerosi tifosi locali stanno conducendo i padroni di casa alla vittoria

Alle 18:40 prende il via la seconda frazione con entrambi i mister che confermano lo stesso 11 dei primi 45’. L’unica variazione è rappresentata da Velez, entrato al 30’ al posto di un dolorante Arrighi

Al 5’ Spadoni (Priamar) viene ammonito per gioco scorretto

Al 10’ Macagno si rende ancora pericoloso calciando un siluro direttamente da punizione, ma il pallone termina fuori

Al 12’ Spadoni si incunea in area e prova il tiro, ma Provato blocca senza problemi

Al 13’ Cybja (Priamar) viene ammonito per proteste

Al 15’ mister Saltarelli opera le prime due sostituzioni per gli ospiti: escono Ferro ed Enrile per lasciare posto a Rebottaro e Mandaliti

Al 17’ lo specialista Montalto calcia l’ennesima punizione, ma ancora una volta Quaranta blocca

Al 18’ Rebottaro da fuori prova a dar ragione al suo mister, ma il suo tiro termina alto

Al 22’ è ancora la Vadese a creare una buona occasione, ma l’attaccante ospite sfiora soltanto il pallone non riuscendo a dirigerlo verso la porta

Al 24’ gli ospiti decidono di cambiare ancora; dentro Giacchino e Tona, fuori Giannone e Venneri

Al 27’ Coratella (Priamar) viene ammonito per gioco scorretto

Al 30’ Rebottaro calcia ancora da fuori, ma Quaranta blocca a terra senza problemi

Al 32’ Tona crea una doppia occasione per riprendere il match, ma il portiere avversario conferma la sua giornata di grazia mantendo in vantaggio i suoi

Al 33’ Mandaliti (Vadese) commette un brutto intervento e l’arbitro gli mostra il cartellino giallo

Al 34’ mister Bresci opera una sostituzione: dentro Costa e fuori Velez (anche lui dolorante)

Al 35’ la Vadese realizza l’ultimo cambio: Paladin prende il posto di uno stanco Pulina

Al 37’ continua la sfida sulle due panchine: Spadoni esce dal campo per lasciare spazio a Jurato

Al 39’ si crea una pericolosa mischia nell’area del Priamar, risolta in qualche modo dalla squadra di casa

Al 40’ arriva il pareggio degli ospiti! Gli sforzi della formazione di Salterelli vengono finalizzati dal colpo di testa di Marchi, che con il suo stacco manda in paradiso i suoi: 1-1 Vadese!

Al 42’ ecco l’incredibile colpo di scena al Levratto! Gli ospiti possono festeggiare grazie al siluro di Mandaliti, che con un prodigioso tiro dal limite dell’area batte Quaranta: 1-2 Vadese!

Al 44′ Suetta (Vadese) viene ammonito per un fallo commesso ai danni di un giocatore avversario

Al 45’ Cerato cerca il pareggio direttamente da punizione, ma Provato si supera mandando la sfera in corner

L’abitro comanda 5 minuti di recupero

Al 50’ Colombi ci prova dalla distanza, ma Provato riesce a respingere e un difensore calcia fuori

Allo stesso minuto il Priamar tenta il tutto per tutto con anche Quaranta in mezzo per l’ultimo calcio d’angolo, ma il portiere avversario respinge e l’arbitro fischia la fine del match.

Termina così 1-2 una partita davvero spettacolare, con un’atmosfera da altra categoria. Per i padroni di casa rimangono i rimpianti, ma anche la consapevolezza di essere riusciti a tener testa ad una formazione attrezzata per vincere il campionato. Per gli ospiti è invece grande festa per il primato mantenuto a pari merito con un’altra formazione, quel Mallare con il quale continua il testa a testa che probabilmente ci appassionerà fino al termine della stagione.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.