Imprese

Regione, Salvatore (M5S): “Sostegno economico alle piccole e medie imprese liguri”

La capogruppo pentastellata: "Motore di riscatto economico di una regione da sempre martoriata dalle multinazionali garantite dalla vecchia politica"

Alice Salvatore
Foto d'archivio

Regione. “Il tessuto fondante della Liguria è formato dalle piccole e medie imprese. È una peculiarità tutta italiana, ed è anche la forza del nostro Paese” afferma la capogruppo e candidata del Movimento 5 Stelle Alice Salvatore alla presidenza di Regione Liguria prendendo la parola nell’odierna seduta consiliare.

“Consci che è stato necessario aiutare in primis le aziende presenti nella zona toccata dalla tragedia del Ponte Morandi, è altrettanto necessario dare una spinta energica e continua alla creazione di nuove attività e di supporto a tutte quelle realtà economiche che non hanno avuto accesso alle agevolazioni fiscali, ma che comunque sopportano un peso dovuto alla crisi strutturale di tutta la Regione” argomenta Salvatore.

“Noi abbiamo fatto arrivare a Roma indicazioni vitali per favorire il potenziamento dell’assistenza economica alle imprese liguri, con particolare riguardo alle piccole e medie imprese. Infatti sono arrivati 13.5 milioni di euro per la Liguria da destinarsi ad aziende e lavoratori: è un’occasione importante per la nostra regione” aggiunge la capogruppo del M5S.

“Ancora una volta non c’è stata reazione da parte della maggioranza. Nessuna proposta, nessuna idea, uno sguardo vuoto su un grande valore della Liguria. Le piccole medie imprese sono il motore del riscatto economico di una regione da sempre martoriata dalle multinazionali garantite dalla vecchia politica”.

“Per questo spingiamo questa azione in quanto, come sappiamo, la giunta ha una predilezione per le grandi multinazionali non pensando, se non come meri esecutori di agevolazioni derivanti da leggi del Governo del Movimento 5 Stelle, alle imprese che fanno fiorire la nostra regione – riprende Salvatore – Le azioni di aiuto e di spinta allo sviluppo devono insistere su tutte quelle aziende create in famiglia, quelle personali e le piccolissime attività che sono la dorsale economica della Regione”.

“Non solo, attivando azioni virtuose e sinergiche si possono attirare, finalmente, attività esterne alla Liguria e farle approdare per creare lavoro e ricchezza nel nostro territorio. La giunta provi, per una volta, a staccarsi dai grandi gruppi. Andate più nel profondo della vostra regione, o della regione che vi ospita per chi non è nato qui. Guardatela veramente con gli occhi delle persone e non dentro il dorato palazzo di piazza De Ferrari. Agite per le attività che sono esse stesse la Liguria” conclude Salvatore.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.