IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regionali Liguria, Pd: “Alleanza possibile, diamo tempo al M5S”

Altre due settimane di attesa per capire se ci sarà l'alleanza giallorossa

Liguria. Il tweet di Andrea Orlando è chiaro: “Insistiamo, facciamo il patto civico”. Il vicesegretario Pd guida la linea dell’attesa, sperando che si possa ancora fare l’alleanza con il M5S per le regionali in Liguria.

Giovedì o al più tardi venerdì il segretario regionale Simone Farello convocherà tutte le forze del tavolo progressista. La riunione servirà in sostanza per notificare quelle che sono le nuove direttive arrivate da Roma: ancora quindici giorni di tempo, non avere fretta, lasciare aperto ogni spiraglio per una coalizione allargata, quella che offrirebbe più possibilità di vincere contro il blocco granitico di Giovanni Toti.

Il primo passaggio sarà domenica pomeriggio. Alle 15 si riunisce al Cap l’assemblea del M5s aperta solo agli iscritti. “Sarà un confronto, una riunione non deliberante e non pubblica – ha confermato la capogruppo in consiglio regionale Alice Salvatore, candidata ufficiale eletta online -. Nulla è scontato: è in corso un dibattito e c’è la volontà di trovare una soluzione condivisa. Questo momento lo vedo in maniera molto positiva perché indica che il Movimento è in grado di dare voce a chi vuole partecipare. Sono favorevole anche a rivotare su Rousseau, se fosse necessario un altro momento di confronto democratico”.

Sicuramente la partita non si chiuderà entro questa settimana. Se l’ipotesi dell’alleanza ottenesse una “maggioranza schiacciante” durante l’assemblea, come ha chiarito il reggente Vito Crimi nel corso del tesissimo vertice a Roma di lunedì, la proposta dovrebbe passare ai voti sulla piattaforma online. Ma prima, secondo alcuni esponenti del Movimento, servirebbe almeno un altro passaggio a livello centrale. Una tempistica che in effetti combacia coi “quindici giorni” imposti dalla segreteria nazionale del Pd. Due settimane di tregua, insomma, per lasciare tempo ai potenziali alleati di arrivare a una conclusione del percorso.

Intanto il senatore Mattia Crucioli chiede l’intervento diretto di Beppe Grillo: “Non c’è una valida ragione al mondo, tranne che quella di rendere quasi impossibile l’avverarsi dell’esito indesiderato dal “capo”, per non utilizzare direttamente il voto su Rousseau al fine di sondare la volontà di tutti gli iscritti – ha scritto su Facebook -. Davanti a tale scempio e prima dell’arrivo delle truppe cammellate, dovrebbe intervenire il garante, che per statuto vigila sui principi del movimento”. E infine la stoccata a Vito Crimi: “In attesa di superare l’istituto del capo politico (sostituendolo con un organismo collegiale), è meglio averne uno vero”.

Sulla sponda di centrosinistra si vocifera che il suo passaggio a un altro partito sia ormai imminente. In realtà nessun pentastellato ligure, per ora, si dichiara pronto a lasciare il Movimento piuttosto che affrontare una campagna elettorale a sostegno di Alice Salvatore, finita in minoranza almeno tra gli eletti in Regione e in Parlamento.

Scenari, insomma, che restano più che mai incerti e aperti a qualunque ribaltamento di fronte. Compresi quelli sul candidato. Il nome di Ferruccio Sansa è quello che riscuote più consensi, ma tanto nel Pd quando nel M5s c’è chi ha mostrato di avere altre preferenze. E non è escluso che alla fine possa arrivare una sorpresa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.