IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Paese al buio, “Spotorno Che Vorrei” all’attacco: “Incapacità di intervento nelle emergenze”

"L'amministrazione targata Fiorini continua a gestire in modo alquanto discutibile la situazione dell'illuminazione pubblica"

Spotorno. Continuano ad alimentarsi le polemiche a Spotorno, sponda minoranza, sulla questione legata alle ormai abitudinali mancanze di illuminazione pubblica per le vie del paese. L’ultimo attacco è firmato dal gruppo consiliare di minornza “Spotorno Che Vorrei”, guidato da Franco Bonasera.

“A poco meno di 18 mesi dal voto – esordisce il gruppo di minoranza – per le amministrative della cittadina di Spotorno, l’amministrazione targata Mattia Fiorini, continua a gestire in modo alquanto discutibile la situazione dell’illuminazione pubblica, che per strani motivi, continua a saltare e lasciare in totale buio parti del pese. In settimana è toccato a via Berninzoni, totalmente al buio, come si evince dalla foto inviataci da un nostro concittadino”.

Il gruppo ha raccolto anche alcune testimonianze di cittadini ormai demoralizzati: “Abbiamo  interpellato il  Comune attraverso il sistema di messaggistica whatsapp predisposto dall’assessorato, e ci viene risposto che  segnaleranno l’episodio alla ditta di manutenzione. Evidentemente vi è un problema di comunicazione, se per una settimana i lampioni della pubblica illuminazione restano spenti.” A dargli manforte è proprio il gruppo di minoranza: “In questo caso, come negli altri casi di via Garibaldi, viale Europa e di sicuro ne dimenticheremo alcuni, come dimostrano le documentazioni fotografiche, nulla è stato fatto. I cittadini continuano a stare al buio. Eppure gli amministratori comunali, che vivono a Spotorno, transiteranno pure per le vie del paese, si renderanno conto di come hanno, nel tempo trascorso in amministrazione, gestito male le situazioni del nostro territorio. Non è possibile limitarsi a gestire la segnalazione, con un leggero comunicato a chi dovrà intervenire. Necessita una presa di posizione forte perchè la sicurezza dei cittadini è più importante di qualche contratto in essere”, incalza il gruppo.

E ancora: “Crediamo che questo non possa essere più accettato nè dai cittadini nè tanto meno dall’assessore competente e dal sindaco. La convenzione dovrebbe prevedere interventi immediati e rapidi e gli amministratori non dovrebbero permettere che un paese abbia una delle sue vie principali completamente al buio per diversi giorni. L’amministrazione Fiorini, in quattro anni di mandato, non ha dato ascolto ai propri concittadini, chiudendosi all’interno delle stanze dei vari plessi, quasi volendo rompere il dialogo costante che dovrebbe esserci tra amministratori pubblici e la cittadinanza”.

Conclude la minoranza: “Nemmeno ora, che si avvicinano le prossime elezioni amministrative, si nota un cambiamento nell’atteggiamento della maggioranza del paese, ricordiamolo, maggioranza relativa, con i numeri contati, dopo che via via per varie vicende, ha perso i pezzi. Non sarà il fumo negli occhi dei cittadini, con il completamento di opere ferme da anni, che qualunque altra amministrazione avrebbe portato a termine, a cambiare le sorti del nostro paese, oramai desolante paese turistico, senza una politica di crescita commerciale.  Anche l’illuminazione di un paese fa la differenza tra lo scegliere Spotorno o altre località”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.