IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Orafo nei debiti vittima di estorsione: minacce di morte per riavere il denaro

Operazione dei carabinieri: 6 denunce e 2 misure cautelari

Loano. Orafo in crisi si rivolge alle “persona sbagliate” ed è vittima di estorsione. E scattano 6 denunce e 2 misure cautelari ad opera dei carabinieri.

La vicenda ha avuto inizio circa un anno fa, quando un orafo loanese per risollevarsi dai debiti accumulati con una precedente attività, si è rivolto ad alcune persone chiedendo somme anche ingenti di denaro, dietro la promessa di rapida restituzione e di un facile guadagno.

I “creditori” finiti sotto indagine da parte di Carabinieri e della Magistratura avevano cominiciato a chiedere la restituzione di somme esorbitanti, applicando tassi di interesse sproporzionati, con modalità tipiche dell’estorsione. Frequenti infatti erano le minacce, anche di morte, e le presisoni cui era sottoposto il commerciante.

Le indagini dei militari dell’Arma di Albenga, oltre ad aver accertato lo stato di continuna insolvenza ormai “cronicizzata” della vittima, hanno potuto ricostruire le dinamiche con cui avvenivano i vari passaggi di denaro, risalendo all’entità del debito e all’identità delle persone coinvolte.

Sei le persone denunciate: un savonese di 41 anni, un milanese di 37, un rumeno di 33, un 42enne di Alessandria, un 41 enne di Boissano (SV) ed un loanese di 61 anni, tutti con precedenti penali alle spalle

Due di questi, responsabili delle condotte più gravi, sono stati raggiungi da ordinanza di misura cautelare.

Casi come questo rilanciano ancora una volta l’importanza di segnalare al 112 qualsiasi situazione sospetta e di denunciare sempre i reati: solo rivolgendosi alle forze dell’ordine è possibile ricevere aiuto e consentire le adeguate attività di indagine per scoprire gli autori dei reati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.